Home Gossip

Fedez torna a parlare di Sfera Ebbasta e attacca la Lean

CONDIVIDI

Fedez è tornato a parlare di Sfera Ebbasta e ha attaccato la nuova moda della Lean.

A pochi giorni dalla tragedia avvenuta nella discoteca di Ancona, Fedez è tornato a parlare di Sfera Ebbasta, cercando di spiegare un’intervista che molti sembrano non aver capito.
Il rapper, intervistato da Il fatto quotidiano, aveva infatti definito Sfera Ebbasta come un artista di serie A. Non essendoci modo di leggere l’articolo online in molti si sono quindi concentrati sul titolo, attaccando la sua definizione.
Fedez ha così deciso di spiegare attraverso le storie di Instagram il suo pensiero a proposito, dicendo che la sua definizione non deriva da gusti personali o meriti ma dall’effettiva fama che Sfera Ebbasta ha e che di conseguenza lo rende un artista famoso e, quindi, di serie A.
Federico, però, non si è fermato qui ma ha colto la palla al balzo per denunciare il fenomeno della Lean, da lui definito com un altro disastro annunciato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Fedez sotto shock per la strage del concerto di Sfera Ebbasta

Fedez si scaglia contro la moda della Lean

Fonte: Instagram @fedez

Parlando dell’intervista, Fedez ha reso noto di aver parlato anche della nuova moda importata dall’America ovvero quella della Lean e della codeina, uno sciroppo viola che di base è legale ma che produce effetti molto simili a quelli di qualsiasi altra droga. Un fenomeno che secondo il rapper è un altro disastro annunciato dal quale tutti dovrebbero prendere le distanze.
Nel parlarne Fedez si è detto arrabbiato con alcuni artisti della scena trap che hanno detto che la Lean non fa così male quando invece in America ha fatto strage.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda Fedez CLICCA QUI!

Parole forti che il rapper ha voluto aggiungere ai fatti di Ancona per i quali si sta ancora interrogando al fine di capire cosa andrebbe fatto per evitare altre tragedie simili ma che ha ribadito non essere imputabili a Sfera in quanto molte cose vanno ancora capite e per quanto riguarda la valutazione dei rischi, questa non spettava di certo al trapper quanto al management che di solito segue gli artisti e si occupa di questi aspetti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Concerto Sfera Ebbasta Ancona: tragedia nella distoteca

La sua intervista, come lui stesso ha reso noto, è disponibile solo in cartaceo e non leggibile via web e va molto oltre il titolo, motivo per cui ha infine deciso di darne qualche anticipazione al fine di evitare altri inutili fraintendimenti.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI