Home Attualità

Naomi Osaka, 20 anni, la nuova stella nascente del tennis femminile

CONDIVIDI
Sep 5, 2018; New York, NY, USA; Naomi Osaka of Japan hits to Lesia Tsurenko of Ukraine in a quarter-final match on day ten of the 2018 U.S. Open tennis tournament at USTA Billie Jean King National Tennis Center. Mandatory Credit: Danielle Parhizkaran-USA TODAY SPORTS

La nuova promessa del Tennis si chiama Naomi Osaka. Ecco chi è!

La giocatrice giapponese ha realizzato l’impresa di battere il suo idolo, Serena Williams, sabato 8 settembre, nella finale degli US Open.

Naomi Osaka, ecco chi ha battuto Serena Williams

Naomi Osaka è metà giapponese e metà haitiana. La famiglia di sua madre proviene dall’isola di Hokkaido, nel nord del Giappone, suo padre è haitiano. La coppia ha dato alla luce sua sorella Mari nel 1996 e l’anno successivo a Naomi, che è nata a Osaka, (il nome è una coincidenzzaa!) la terza città del Giappone. Come le gemelle Williams, Mari e Naomi sono state presentate al tennis molto giovani, dal loro padre Leonard François, che è stato anche il loro primo allenatore. E come Venere e Serena, si sono evolute insieme in doppio.

Naomi Osaka è cresciuta negli Stati Uniti. Aveva 3 anni quando la sua famiglia partì per stabilirsi negli Stati Uniti. Prima a New York, poi in Florida, dove si allena oggi. Quindi ha doppia nazionalità americana e giapponese e parla inglese con i media. La sua carriera decollò nel 2016 quando raggiunse la finale del torneo di Tokyo nel 2018 prima di battere un numero attuale di fortissimi giocatori come Maria Sharapova e Simona Halep, poi ha vinto il torneo di Indian Wells nel mese di marzo. Il suo allenatore per un anno? Sascha Bajin, ex compagno di allenamento … di Serena Williams.

Naomi Osaka è la prima donna giapponese a vincere un torneo importante. Mai un suo connazionale, sia uomo che donna, è riuscito a raggiungere un livello così globale. Un’altra stella del tennis giapponese, la sua compatriota Kei Nishikori, 28 anni, è stata la prima giocatrice asiatica nella storia a partecipare alla finale di un torneo del Grande Slam … ma perse nel 2014 contro il croato Martin Cilic. .

Naomi Osaka sabato scorso ha battuto il suo idolo di sempre. “A scuola parlavo sempre  di lei, la disegnavo, la coloravo, volevo essere come lei”, ha detto Naomi Osaka. Anche se era la leader sportiva di Serena Williams, quest’ultima è sembrata particolarmente irritata, in seguito a disaccordi con l’arbitro, che le ha fatto perdere un punto nel gioco. Alla fine della partita, la giocatrice giapponese ha vinto 6- 2, 6-4. Ai giornalisti, ha detto: “In campo, non sono la fan di Serena, sono solo un tennista che affronta una tennista, ma quando ci siamo abbracciate l’un l’altra e ci siamo strette la mano mi sono sentita di nuovo una bambina … “

Ti potrebbe interessare anche—>Marco Cecchinato, tennista: età, carriera, fidanzata e molto altro