Home Gossip

La verità di Marina la Rosa: “capito perché non lavoro più in tv?”

CONDIVIDI
Foto da Instagram @marina_la_rosa

Marina La Rosa dice la sua sulle molestie sessuali e su molto altro in un’intervista senza peli sulla lingua.

“Non vedo il senso di parlare di molestie dopo 20 anni. Anche io ho subito molestie, ma dopo così tanto tempo è un capitolo chiuso. Mi è successo sia quando ero conosciuta sia prima di fare il Grande Fratello”

A parlare è Marina La Rosa, ex concorrente della primissima edizione del Grande Fratello e oggi alquanto lontano dai riflettori ma con una laurea da poco conquistata in psicologia.

In un’intervista rilasciata su Libero la ex gieffina mostra ancora una volta di esser una donna senza filtri, pronta a dire la sua su ogni argomento e senza grandi giri di parole. Sarà forse questo ad aver ostacolato la sua carriera sul piccolo schermo? Marina La Rosa sembra pensarla proprio così.

VIDEO NEWSLETTER

Marina La Rosa: intervista verità

Marina La Rosa
Foto da Instagram @marina_la_rosa

“Ci sono tante donne che molestano, io non sono dalla parte delle donne in quanto tali. È vero anche che a 17 anni non ti dovrebbe fare così schifo “la materia”, chiamiamola così. A 17 anni sei grandicello, Asia Argento è anche una bella donna. Che problemi ha questo Jimmy Bennett?”

Inizia da qui l’intervista a Marina La Rosa, da uno degli argomenti più caldi dell’attualità e sul quale la ex concorrente del Grande Fratello sembra avere le idee più che chiare.

La riflessione si sposta però ben presto sull’esperienza personale di Marina e sulla sua scelta di non piegarsi a richieste alquanto scabrose:

“Io non ci sono stata perché non mi andava, perché decido io con chi avere rapporti o meno. In questo modo sto bene con me stessa. Tutte le battaglie sono giuste ma non mi piace parlare di “battaglie femministe”. Se non ti sei scandalizzata nel momento stesso in cui ti è capitato, allora basta. C’ è stato un momento in cui tutte nel mondo dello spettacolo improvvisamente erano molestate, e in quel caos ci è finito pure Fausto Brizzi che io conosco ed è una persona carina. Bisogna distinguere le molestie dalle avances. Purtroppo c’ è l’ offerta”

Marina La Rosa sembra infatti credere che la colpa possa a volte esser più delle donne che degli uomini:

“Se dalla notte dei tempi ci sono uomini che fanno richieste sessuali in cambio di un lavoro, evidentemente c’ è un’ offerta: tante donne ci stanno. Non cambierà mai niente. Se una donna, per sua libera scelta, ci sta ed è felice, cavoli suoi. La chiamo prostituzione. Conosco personalmente attrici che hanno detto “no” al tale regista e non hanno avuto la parte. Asia Argento non ha cambiato il mondo”

Viene allora da chiedersi se proprio quei no detti o la scelta di esprimere le proprie idee sempre senza se e senza ma sia costata la carriera a Marina La Rosa, il cui personaggio non è in fin dei conti mai decollato:

“Ho un problema, che io non reputo tale, ma gli altri sì. Non riesco a fingere, a sorridere a chi mi sta sulle scatole. Sono poco diplomatica, non ne sono per niente orgogliosa, a 41 anni dovrei essere più flessibile, ma sono felice così. È un’ attitudine.
Non faccio tv, ma vivo lo stesso”

Un finale dunque all’insegna del “sincero e felice” per Marina La Rosa.