Compra un vecchio autobus e lo rinnova. Ora vive in un vero palazzo!

0
7

Jessie Lipskin, una responsabile finanziaria di New York decide di acquistare un vecchio autobus e ristrutturarlo. Il risultato è davvero impressionante.

Quando si tratta di rinnovare completamente un autobus risalente al 1966, quanti di noi sarebbero disposti a fare lo sforzo necessario? Sicuramente molto pochi perché richiede enormi investimenti, sia in denaro che in tempo o energia. Ma questa donna ci ha voluto provare e ha avuto un gran successo.

Ecco come questa donna ha trasformato un autobus in una confortevole casa mobile

Quando Jessie Lipskin si è imbattuta nell’annuncio della vendita di questo vecchio autobus non ha potuto fare a meno di pensare ad acquistarlo. Per lei è stato amore a prima vista. Nonostante si trattasse di un vecchio autobus del lontano 1966 per il quale chiedevano una somma di 7mila dollari, non ci pensò due volte prima di comprarlo.  Era già da qualche tempo che le balenava in mente l’inusuale idea di vivere in una casa mobile. Il suo obiettivo era quindi quello di rinnovarlo per renderlo la sua nuova casa!
Jessie Lipskin, si definisce un’amante del fai-da-te e ha messo in pratica ogni sua abilità per partecipare attivamente alla trasformazione dell’autobus in una casa confortevole.

Tutto in questa casa è stato realizzato su misura e le spese di ristrutturazione sono ammontate a oltre 70 mila dollari. Ma ne è valsa la pena, quel vecchio autobus oggi assomiglia ad un meraviglioso plazzo! Ecco come è ora:

Cette femme achète un vieux bus et le rénove.
Cette femme achète un vieux bus et le rénove.
Cette femme achète un vieux bus et le rénove.
Cette femme achète un vieux bus et le rénove.
Cette femme achète un vieux bus et le rénove.

Vivere in un autobus, un’idea non del tutto pazzesca!

Dopo aver visto un documentario the Garbage Warrior (combattenti riciclaggio) Jessie, che era già una persona molto vicina alla natura e vegana, ha cominciato a considerare più seriamente un’alternativa di vita eco sostenibile, a partire dal vivere in una casa autonoma, sana ed ecologica.
Sempre più persone sono attratte dal concetto di mini case. Le mini case hanno una superficie che può andare da 8 a 45 m2 e il loro prezzo varia approssimativamente tra 40 e 80 mila euro.Il fatto di vivere in una casa tanto piccola costringe a limitare sia gli oggetti posseduti che lo stile di vita: in uno spazio così piccolo, si è costretti ad accontentarsi solo degli oggetti di cui si ha veramente bisogno e di adattarsi al minimo comfort. Jessie spiega il motivo della sua decisione:

Sono sempre stata organizzata e ordinata, e ho sempre cercato di sbarazzarmi di tutto ciò di cui non avevo bisogno. D’altra parte, in questo modo riesco a vivere sentendomi più vicina alla natura e spendendo meno”

La corrente minimalista

Le mini case fanno parte della tendenza minimalista che è molto popolare oggi e sta guadagnando slancio in tutto il mondo, probabilmente in risposta al modo di vita sempre più consumistico, al sovraccarico di informazioni e beni materiali del nostro tempo e nel desiderio di rispettare l’ambiente.
Il minimalismo è stato definito da Fumio Sasaki come: “uno stile di vita in cui limiti ciò che possiedi al minimo indispensabile per vivere.
Dopo più di sei mesi di vita, questa casa mobile è ora in vendita. Jessie ha preso questa decisione perchè la superficie di 37 m2 di questo vecchio autobus sembra davvero troppo vasta per lei sola. Ora vuole trasferirsi in una nuova casa mobile e autonoma, ancora più piccola di questa e viaggiare il più possibile.