Home Attualità

Maturità 2018, il razzismo e la Costituzione: “messaggio” a Salvini?

CONDIVIDI
maturità 2018
Esame di Maturità (FREDERICK FLORIN/AFP/Getty Images)

Maturità 2018, tracce su razzismo e diritti umani: “messaggio” a Salvini?

Sono state rese note le tracce della Maturità 2018. Autori italiani importanti, come sempre, ma soprattutto tematiche molto d’attualità, temi che al momento sono davvero scottanti. Se in questo periodo sono roventi le polemiche su immigrati e rom, anche per le parole del Ministro dell’Interno Salvini, le tracce scelte dal Miur vertono proprio sulla storia del razzismo e sull’articolo della Costituzione che sancisce l’uguaglianza dei cittadini. E sono in tanti, anche sui social, che stanno facendo notare questa forte discrepanza fra le posizioni politiche di chi è al Governo e le tematiche proposte ai ragazzi nella prima prova dell’esame di maturità 2018. Appare francamente improbabile che il Miur abbia voluto inviare un “messaggio” a Salvini per quanto sta accadendo con immigrati e rom, ma specialmente su Twitter sono in tanti ad aver riportato questa piccola curiosità, anche per evidenziare qualche posizione del Ministro dell’Interno che è stata definita “incostituzionale” da più parti”.

Maturità 2018, dal razzismo alla Costituzione: le tracce della prova di italiano

matteo salvini
Foto da Facebook @salviniofficial

E quindi, visto il clima di tensione interna, fa un po’ specie che fra le tracce dei temi della Maturità 2018 siano state scelte alcune che stridono un po’ con l’andazzo ideologico che sta prendendo la politica italiana. Il testo di analisi su “Il giardino dei Finzi Contini” di Giorgio Bassani è incentrato sulle leggi razziali fasciste del 1938, in un romanzo-capolavoro che racconta “gli orrori della persecuzione fascista e razzista, la crudeltà della storia, l’incantesimo dell’infanzia e la felicità del sogno”. E poi c’è quel testo sull’articolo III della Costituzione italiana, quello che recita che “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali”. Un altro messaggio di uguaglianza fra popoli e cittadiniche il popolo del web evidenzia in controtendenza con quanto sta accadendo in Europa (non solo in Italia…) negli ultimi tempi. Chissà come avranno risposto gli alunni a queste prove di Maturità, non soltanto scolastica ma anche personale.