Home Attualità

Scienza: scoperta la causa di sterilità, aborti e difetti della nascita

CONDIVIDI

Scienza: è stata scoperta una struttura precedentemente sconosciuta all’interno dello sperma che molto probabilmente causa sterilità, aborti e difetti alla nascita.

Gli scienziati stanno studiando questa nuova struttura, che una volta analizzata potrebbe aiutarli a sviluppare nuove terapie per l’infertilità maschile e saperne di più sullo sviluppo embrionale umano iniziale.

La nuova struttura

“Si tratta di una scoperta importantissima”, hanno detto i ricercatori. La struttura appena identificata è un centriolo, una struttura a forma di botte fatta di microtubuli corti. I ricercatori sapevano già che le cellule spermatiche contenevano un centriolo, ma ora se ne aggiunge un’altro e dunque il totale dei centrioli per sperma si è appena scoperto eessere 2, non uno.

Il nuovo centriolo ha una struttura leggermente diversa da quella precedentemente nota, quindi i ricercatori la definiscono di forma atipica.

VIDEO NEWSLETTER

“Questa ricerca è significativa perché le anormalità nella formazione e nella funzione dei centrioli atipici possono essere la causa della sterilità di cause sconosciute nelle coppie che non hanno a loro disposizione opzioni di trattamento”, ha affermato il ricercatore Tomer Avidor-Reiss, professore nel Dipartimento di Scienze biologiche presso l’Università di Toledo in Ohio, ha detto in una dichiarazione. Potrebbe anche avere un ruolo nell’aborto durante la gravidanza e nei difetti di sviluppo degli embrioni”.

Fino a questo momento i ricercatori ritenevano che lo sperma portasse solo un centriolo, che si duplicava se lo sperma incontrava un uovo. Questo perché l’uovo non ha un centriolo, mentre uno zigote – o un uovo fertilizzato – ha bisogno di due centrioli per dare inizio allo sviluppo di un feto.

Questi centrioli svolgono un ruolo fondamentale. Sono necessari per costruire il citoscheletro cellulare (la struttura che mantiene la forma cellulare) e completare un’accurata divisione cellulare.

Imparando come funzionano i centrioli durante le prime fasi della riproduzione, gli scienziati possono essere in grado di individuare se queste strutture sono coinvolte in qualsiasi tipo di infertilità maschile o problemi successivi con l’embrione in via di sviluppo.

“Dato che l’uovo della madre non fornisce centrioli e lo sperma del padre possiede solo un centriolo riconosciuto, volevamo sapere da dove viene il secondo centriolo degli zigoti”, ha detto Avidor-Reiss. Abbiamo trovato i centrioli precedentemente elusivi utilizzando tecniche e microscopi all’avanguardia, in passato questo aspetto è stato completamente trascurato. Il nuovo centriolo è completamente diverso dai centrioli noti in termini di struttura e composizione delle proteine.”

Questa non è l’unica struttura scoperta di recente nello sperma umano. All’inizio di quest’anno, i ricercatori hanno annunciato la scoperta di una misteriosa spirale nella coda dello sperma umano; questa struttura può dare una spinta allo sperma mentre nuota, secondo quanto riportato in precedenza.

Fonte: il nuovo studio è stato pubblicato online il 7 giugno sulla rivista Nature Communications.

Ti potrebbe interessare anche —->Scienza: ecco cosa dicono di te i tuoi post su Facebook