Home Dieta e Alimentazione

Scandi diet: la dieta più semplice al mondo

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Una dieta che promette di far parlare di se è la Scandi diet, la dieta scandinava semplicissima da seguire.

È inutile girarci intorno, le prime giornate di sole sono ormai arrivate e la paura della prova costume continua a mietere vittime, spingendo sempre più donne (ma anche i maschietti non scherzano) a scandagliare il web in cerca di una dieta semplice da seguire e dai risultati certi.
Di diete da fare, di certo non ne mancano e sono tante quelle che negli ultimi tempi stanno riscuotendo un certo successo per motivi diversi. Eppure, al mondo sembra esserci sempre spazio per nuovi regimi alimentari, specie se promettono di essere semplici e di evitare tediosi calcoli o il continuo uso della bilancia. Tra queste, una che sta ottenendo sempre più consensi è la dieta scandinava che propone poche e semplici regole da seguire, garantendo un risultato sicuro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta della dopamina: scopriamo il trend del momento

La dieta scandinava. Ecco il segreto per perdere peso

Fonte: Istock

La dieta arriva dall’ideatrice Suzy Wengel, amministratore delegato di una società di biotecnologie che, dopo vari fallimenti in campo alimentare, è riuscita a perdere ben 40 kg in soli nove mesi ideando un nuovo modo di alimentarsi che in realtà è molto semplice e sembra richiamare due diete già esistenti.
Il trucco, infatti, sta nel consumare ad ogni pasto un mix di proteine, carboidrati e grassi. Un modo di alimentarsi corretto poiché garantisce una dieta bilanciata ad ogni pasto. Un po’ come stabilito dalla più famosa dieta zona, ideata da Barry Sears.
La differenza, però, sta nel fatto che mentre per la dieta zona la quantità dei cibi da ingerire si calcola in base a delle tabelle strutturate sui loro valori nutrizionali, per la dieta scandinava l’unica regola da seguire è quella di mangiare quattro manciate di cibo ad ogni pasto, usando come metro di misura il palmo della propria mano.
Secondo la Wengel, infatti, seguendo in modo adeguato questa dieta si assumeranno circa 1500 calorie al giorno (2000 per gli uomini) arrivando a perdere almeno mezzo kg a settimana.

Come organizzare un pasto scandi

Come già detto, ogni pasto deve contenere carboidrati, proteine e grassi nella giusta misura.
Quanto al tipo di alimenti sono concessi carni magre, pollo, pesce, uova, formaggi magri e legumi per quanto riguarda le proteine. Pane, pasta, cereali e frutta per i carboidrati che vengono conteggiati separatamente rispetto alle verdure e che se saltati vanno sostituiti da altre verdure.
Infine, per quanto riguarda i grassi sono ammessi olio d’oliva, frutta secca, maionese, avocado, burro, panna, formaggi grassi e cioccolato fondente. Nel loro caso la misura è di uno o tre cucchiai a pasto.
Andando alle limitazioni, i latticini vanno assunti fino ad una dose complessiva massima di 300 ml al giorno e non devono mai avere più di 3,5 gr di grassi e di 5 carboidrati per 100 grammi di prodotto. L’equivalente di un latte parzialmente scremato o di uno yogurt magro. Come per ogni dieta è importante bere almeno 1 ½ di acqua al giorno e ad essa si possono aggiungere tè, caffè e bevande dietetiche. Ovviamente vanno esclusi cibi zuccherati e merendine, cibi insaccati e ricchi di sale. Per le pietanze è ammesso ed incentivato l’uso delle spezie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta dell’avocado: quando il grasso fa dimagrire

Insomma, una dieta che non necessita di un menu e che se ben seguita può aiutare a perdere peso senza troppi scompensi. Ciò nonostante, prima di seguire questa o altre diete, il consiglio è sempre quello di rivolgersi al proprio medico curante ad una nutrizionista.