Home Make Up

Contouring: cos’è e come si fa in base alla forma del viso

CONDIVIDI

come creare un contouring perfettoIl contouring è una delle tecniche più utilizzate del momento, messa a punto dai migliori make up artist del mondo, per ridefinire in maniera armonica i volumi del viso grazie a dei giochi di luci ed ombre. Ogni forma del viso, infatti, richiede una stesura di chiaro-scuri diversa, a seconda delle geometrie che caratterizzano il volto che si vuole correggere. Ovale, quadrato, allungato, triangolare, tondo: ad ogni forma è stata dedicata una sua tecnica di contouring per valorizzarne i punti di forza e celare invece quelli che evidenziano piccoli difetti, in modo che il risultato finale sia quello di un ‘quadro’ armonioso nei colori e nelle forme, grazie al gioco di luci ed ombre che si andranno ad applicare.

Grazie al contouring andremo ad illuminare, oppure ombreggiare, le diverse aree del viso e del naso, così da mettere in risalto con i colori chiari le parti del viso che vorremo mettere in risalto, mentre con i colori scuri potremo correggere i piccoli difetti rendendoli meno visibili. Otterremo così un volto più armonioso valorizzando solo le parti più attraenti, scolpendolo con questo gioco di colori. Spesso, infatti, con la stesura del solo fondotinta, potremmo dare al volto un aspetto ‘piatto’, senza spessore, dovuto all’uniformità di colore su tutta la superficie che il fondotinta dà. Motivo per il quale è importante questa tecnica: il contouring dona al viso quell’aspetto tridimensionale che può perdere con l’applicazione monocromatica di un solo colore, uniformando ogni parte del viso, che sia un punto di forza oppure una parte che vogliamo camuffare.

Siamo consapevoli che questa tecnica potrebbe sembrare molto elaborata, e non tutte le donne hanno tempo (o voglia) di mettersi qualche minuto in più davanti lo specchio ogni giorno per dare al viso questo ‘tocco d’arte’. Ma siamo altrettanto sicure che una volta provato sarà difficile tornare indietro! Anche noi di CheDonna.it all’inizio eravamo restie ad aggiungere questo rituale ai nostri gesti quotidiani di make up, ma giorno dopo giorno ci siamo rese conto che la pratica è tutto, e se le prime volte passavamo decide e decine di minuti con queste strane palette di colori davanti allo specchio per trovare il giusto compromesso tra chiari e scuri, adesso il gioco è diventato molto più semplice, ed il risultato finale sempre più professionale.

Quindi, vi consigliamo magari di partire con questa tecnica per le occasioni più importanti: una cena galante, una cerimonia, una riunione di lavoro decisiva, in modo che non diventi uno stress giornaliero, ma siamo pronte a scommettere che man mano sarete voi stesse a volervi alzare quei 10 minuti prima la mattina per vedervi poi durante tutto il resto della giornata decisamente più sensuali e sicure di voi, grazie ad un make up impeccabile (perché diciamolo, non c’è niente di più sexy di una donna che ha iniziato a credere in se stessa! E questa tecnica, fidatevi, vi darà una botta di autostima non indifferente).

Cosa occorre per creare un contouring perfetto

Prima di fornirvi i pochi strumenti necessari per effettuare un contouring perfetto, vi ricordiamo che la bellezza sta nelle piccole cose: quindi se è vero che questa tecnica serve proprio per camuffare i piccoli difetti estetici che non amiamo del nostro viso, è altrettanto importante non stravolgere completamente le geometrie del proprio volto. Quindi ‘sì’ al contouring correttivo, ‘no’ all’effetto drammatico che porta a cambiarci completamente i connotati: ricordatevi che prima o poi tutti ci vedranno struccate! Non esagerate!

Per ottenere un contouring perfetto, quindi, abbiamo capito che avremo bisogno sia di un prodotto chiaro che di uno scuro. A seconda della manualità e delle esigenze possiamo fare questo gioco di luci ed ombre o con la parte in crema (fondotinta e correttori), o con la parte in polvere (illuminante e terra). La scelta sta a voi! Vi consigliamo di partire facendo il contouring con i prodotti in polvere, in modo che il risultato sia meno ‘artificiale’, adatto così ad ogni momento della giornata, ed anche più semplice da realizzare. La differenza della realizzazione tra giorno e sera potrà essere dato dalla scelta della pigmentazione del prodotto utilizzato: per il giorno preferite colori mat, ossia opachi; per la sera potete invece optare per prodotti shimmer, ossia contenenti pigmentazioni perlate. Ad ultimare il tutto occorre poi aggiungere alle guance un tocco di blush, che sia sui toni del rosa o dell’arancio, in modo da donare all’incarnato un effetto ‘sano’.

Il Contouring più adatto al proprio volto

Capito a cosa serve il contouring e di quali prodotti necessitiamo per la sua realizzazione, andiamo a vedere quale tecnica utilizzare in base alla forma del nostro volto.

Contouring Viso Triangolare Inverso

Contouring Viso Triangolare Inverso

Questa forma, come potete vedere, è caratterizzata da una parte molto ampia (la fronte), per terminare con una parte molto appuntita (il mento). Se come abbiamo detto il contouring serve ad armonizzare i volumi del viso, in questo caso specifico, dovremo cercare di ‘rimpicciolire’ leggermente con i colori scuri la parte delle tempie, e dare invece maggior risalto ed ampiezza con i chiari alla metà bassa del viso, ossia alle mascelle, come indicato dall’immagine seguente:

Contouring adatto ad un Viso Ovale

Il viso ovale è considerato quello perfetto per antonomasia rispetto agli altri, in quanto le forme geometriche che lo caratterizzano sono già proporzionate in partenza. Ma anche in questo caso grazie alla tecnica del contouring possiamo dare a questa forma già precisa di suo, un tocco ancora più armonico. In questo caso le parti da ‘oscurare’ sono, in forma molto leggera, quelle delle tempie, l’incavo dello zigomo con un taglio ‘obliquo’, le mascelle e la parte bassa del mento. Andranno, invece, messi in risalto con gli illuminanti l’arcata sopracciliare, lo zigomo alto e l’arco di cupido (quella piccola porzione sopra il cuore delle labbra, subito sotto le narici) in questo modo:

Contouring Viso Allungato

Contouring Viso Allungato

In questo caso, per dare più armonia a questa tipologia di viso la cui cantieristica è quella della lunghezza, la prima cosa da fare è ‘segnare’ con i colori scuri tutto il perimetro della circonferenza del volto: tempie, zigomi e mascelle andranno dunque resi più scure, in modo da lasciare in evidenza solo la parte centrale del volto e ristabilire i volumi. L’illuminante infatti dovrà essere applicato soltanto sull’arcata sopracciliare e sopra il ‘cuore’ delle labbra superiori, in questo modo:

Contouring Viso Tondo

Contouring Viso Tondo

Il contouring, come ogni altra tecnica di make up, serve per ‘truccare’ o meglio invertire le proporzioni che non ci soddisfano del nostro aspetto. Dovremmo sempre immaginare un gioco di contrasti e contrari per entrare perfettamente nell’ottica di cosa significhi un make up fatto ad arte. In questo caso, quindi, avendo davanti un viso perfettamente tondo, quello che dovremo andare a fare con il nostro gioco di chiaro-scuri sarà sicuramente rendere più ‘spigoloso’ un volto che di spigoloso non ha nulla.

Ecco allora che nel caso di un volto tondo cercheremo di creare con le luci ed ombre un effetto più ‘duro’ portando più tridimensionalità alle forme di natura più appiattite. Con gli scuri andremo quindi a definire le parti esterne del volto, partendo dalle tempie in maniera obliqua fino agli zigomi, per finire poi con le mascelle e l’incavo del collo.
Per quanto riguarda la parte illuminante invece andremo a delineare sempre l’arcata sopracciliare, lo zigomo e la parte frontale del naso, come indicato dalla foto:

Contouring Viso Quadrato

Contouring Viso Quadrato

A differenza della tecnica utilizzata per un viso tondo, il contouring che andremo ad applicare per un viso quadrato sarà senza dubbio un gioco di luci ed ombre che andranno a nascondere le parti più spigolose del volto, per cercare di renderlo più armonioso e morbido. Avremo, quindi, bisogno di mettere in ombra tutte le parti più ‘sporgenti’ di questa forma geometrica: il bronzer sarà quindi applicato sulle tempie, sull’osso dello zigomo, sulle mascelle e sui lati del naso. Mentre andremo ad illuminare l’arcata sopracciliare, lo zigomo e la prominenza del mento, in questo modo:

Se ancora non ti è chiaro come realizzare un contouring perfetto per il tuo viso, ti consigliamo di seguire il breve tutorial per realizzare un contouring semplice, alla portata di tutte!

Ovviamente, ognuna voi in base ai consigli che abbiamo dato in questo articolo, saprà in che punto andrà applicato il bronzer, la parte scura, e dove invece l’illuminante, cioè la parte chiara. Siete pronte per mettervi alla prova? Buon contouring a tutte!

SalvaSalva