Home Coppia

Relazione sbagliata? 5 segnali che è meglio metterci un punto

CONDIVIDI
iStock photo

Interrompere una relazione spesso non è facile. Anche squando si tratta di un rapporto palesemente sbagliato mettere un punto può essere uno scoglio non indifferente.

Quando però a rimetterci è la nostra felicità, il nostro futuro, la nostra autostima un campanello d’allarme dovrebbe suonare nelle nostre teste e ignorarlo è decisamente sconsigliato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Perché sono rimasta con un marito traditore: lettera di una donna che ha resistito

Cinque sono essenzialmente i segnali che non possiamo ignorare, quelli a cui dovremmo prestare ascolto e che ci dovrebbero dare la spinta necessaria a dire basta. Eccoli elencati uno dopo l’altro.

1 – Ti senti sminuita

Non sei mai abbastanza bella, abbastanza intelligente, abbastanza in forma, abbastanza sensuale, abbastanza glamour. Insomma: non sei mai abbastanza!

2 – Ti senti prevaricata

Quando parli con lui senti di esser perennemente un gradino più in basso. Hai difficoltà a dire ciò che pensi perché puntualmente vieni demolita. Di fronte ai suoi amici non ti senti mai valorizzata. Forse è il momento di cambiare!

3 – Ti ama solo a parole

Come vi avevamo spiegato in passato, ci sono frasi molto più importanti di “ti amo” in una coppia. Uscendo però dall’ambito delle semplici parole, ricorda sempre che i sentimenti vanno dimostrati ancor prima che dichiarati. A parole spesso si può dire qualcosa che poi non torva riscontro nella quotidianità. la persona giusta ti fa sentire amata ancor prima di dirtelo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Relazioni: come poter essere un buon partner

4 – Non sei felice

Ti svegli la mattina e il sorriso proprio non vuole spuntare. Una nuvoletta sembra sempre in agguato sulla tua testa e il futuro istintivamente non ti appare roseo. A volte l’istinto ci presenta prima cose che razionalizzeremo soloin seguito: se non ti senti felice quindi un motivo dovrà pur esserci.

5 – Progetti divergenti

Tu sogni una famiglia, lui non se la sente di diventare padre. Tupensi alla convivenza lui non risparmia certo per comprare una casa. E’ vero che le differenze arricchiscono la relazione e che i progetti comuni vengono con il tempo ma partire da pianti troppo divergenti potrebbe esser un ostacolo insormontabile.