Home Maternità

Gravidanza: integratori di ferro quando e quali prendere

CONDIVIDI
(IStock)

Il ferro è un elemento molto importante per il nostro organismo e per la nostra salute perchè consente di trasportare l’ossigeno ai muscoli e ai tessuti, permette la contrazione muscolare, favorisce la crescita dei capelli e delle unghie, una sua carenza produce la caduta e la fragilità.

Ti potrebbe interessare anche: il diabete gestazionale

Durante la gravidanza la donna va incontro ad una serie di cambiamenti e per far crescere il feto la maggior parte delle sostanze che assumiamo vengono dirette verso lo scambio placentare tra madre e feto. Per questo è importante che la futura mamma mantenga uno stile alimentare adatto allo stato gravidico aumentando i nutrimenti fondamentali e il ferro è uno di questi.

Il ferro in gravidanza

Durante il periodi di gestazione il ferro dovrebbe raggiungere una quantità giornaliera pari a 30 mg, cosicchè oltre a garantire i normali valori garantisce anche il ferro di deposito che sarà molto utile durante il parto e l’allattamento. Per questo alla futura mamma viene richiesto di introdurre circa 10-15 mg di ferro oltre a quello che di norma è presente nell’alimentazione.

Ti potrebbe interessare anche: il diabete gestazionale

Per assimilare ferro oltre a prenderlo attraverso i cibi che ne sono ricchi, quali carne, legumi, verdura a foglia verde, cioccolato fondente e frutta secca, possiamo provare con qualche rimedio naturale, vediamo come. Eliminiamo thè o caffè questi ostacolano l’assimilazione del ferro in modo particolare se vengono assunti vicino o durante i pasti. Bere molte spremute fresche di agrumi, ricche di vitamina C,  ed utilizzare il succo di limone per condire insalate e spinaci;  limitare il consumo di latticini perché riducono l’assorbimento del ferro per via del loro elevato contenuto di calcio.

Se questi accorgimenti non dovessero bastare è possibile assumere il ferro attraverso degli integratori chimici, che spesso vengono associati ad altre sostanze come la vitamina C, acido folico o vitamina B12. Queste sostanze favoriscono la crescita cellulare con aumento del numero dei globuli rossi.

Ti potrebbe interessare anche: il diabete gestazionale