Home Attualità

Golden Globe: Meryl Streep riceve il premio alla carriera e attacca Trump nel suo discorso

CONDIVIDI

Che il mondo di Hollywood non approvasse l’elezione di Donald Trump come Presidente degli Stati Uniti D’America è un fatto noto, ma che una delle più grandi attrici del mondo, Meryl Streep, ricevendo il  premio alla carriera durante la cerimonia dei Golden Globe, attaccasse Trump in modo così palese, è notizia che ha destato non poche polemiche, prime fra quali, le parole con cui proprio il neo presidente ha risposto all’attacco dell’attrice.

Foto: Facebook
Foto: Facebook

Meryl Streep si è schierata pubblicamente contro la politica razzista e xenofoba di Trump, invitando i suoi colleghi attori e la categoria degli artisti e dei giornalisti a non assecondare le intenzioni del Presidente degli Stati Uniti.

Gran parte dei cittadini americani, evidentemente non la pensano come lei,  e lo dimostrano da tempo palesando il loro disprezzo per l mondo patinato di Hollywood, considerato da molti l’emblema di una società ricca e progressista.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Lory del Santo svela un passato con Donald Trump, neo presidente degli Stati Uniti 

Meryl Streep attacca Donald Trump e lui risponde con un Tweet

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Chi è Melania Trump, la nuova first lady degli Stati Uniti

Durante la cerimonia dei Golden Globe tenutasi al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills a Los Angeles, Meryl Streep ha ricevuto l’ambito premio alla carriera e in occasione del suo discorso di rito, ha approfittato del palco per fare un vero comizio politico in cui ha sferrato un attacco al neo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Nel suo discorso, la Streep ha tenuto a mettere in evidenza la politica razzista di Trump, specificando che lo stesso premio dei Golden Globe sia assegnato dalla Hollywood Foreign Press Association, che riunisce giornalisti internazionali che si occupano di televisione e cinema:

“In questo momento noi apparteniamo al gruppo di persone più denigrato della società americana. Pensateci: Hollywood, gli stranieri e la stampa. Hollywood è piena di outsider e stranieri, e se li cacciamo tutti non resterà altro da guardare che il football e le arti marziali miste, che non sono davvero arte”

In un passo successivo del suo discorso, la Streep ha attaccato direttamente Donald Trump, citando un episodio che lo ha visto protagonista, in cui il presidente, durante la sua campagna elettorale, avrebbe preso in giro un giornalista disabile che lo criticava:

“Mi ha spezzato il cuore quando l’ho visto, e non riesco a togliermelo dalla testa perché non era in un film, era la vita vera. E questo istinto di umiliare l’altro, quando è impersonato da qualcuno con una visibilità pubblica, qualcuno di potente, arriva nella vita di tutti quanti, perché autorizza altri a comportarsi nello stesso modo. La mancanza di rispetto causa altra mancanza di rispetto, la violenza incita altra violenza, e quando i potenti usano la loro posizione per maltrattare gli altri, perdiamo tutti quanti. E questo mi porta a parlare della stampa: abbiamo bisogno della stampa per tenere a bada il potere, questo è il motivo per cui i nostri padri fondatori hanno voluto che la sua libertà fosse riconosciuta dalla costituzione”

La risposta di Donald Trump, non si è fatta attendere ed è tuonata sul web come un dardo infuocato:

“Meryl Streep, una delle attrici più sopravvalutate di Hollywood, non mi conosce ma mi ha attaccato comunque la scorsa sera ai Golden Globe. È una leccapiedi di Hillary che ha straperso. Per la centesima volta, non ho mai “preso in giro” un giornalista disabile (non lo farei mai) ma ho solo mostrato come “strisciava” quando ha cambiato versione su un articolo che aveva scritto 16 anni fa solo per mettermi in cattiva luce. I soliti media disonesti!”

GUARDA ANTICIPAZIONI ISOLA DEI FAMOSI 2017 -IL VIDEO-