Home Attualità

Marò: Salvatore Girone è arrivato in Italia

CONDIVIDI

Il marò Salvatore Girone è finalmente di nuovo in Italia. La notizia da CheDonna.it.

Salvatore Girone al suo arrivo a Ciampino (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)
Salvatore Girone al suo arrivo a Ciampino (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

Finalmente è tornato in Italia, Salvatore Girone, il fuciliere della Marina Militare trattenuto in India dal febbraio del 2012 con l’accusa di aver ucciso, insieme al collega Massimiliano Latorre, due pescatori indiani, scambiandoli per privati, mentre i due militari prestavano servizio anti pirateria sulla petroliera italiana Enrica Lexie. I due marò furono arrestati con l’accusa di omicidio, chiusi in carcere nello Stato indiano del Kerala, al largo del quale sarebbe avvenuto l’incidente, poi trasferiti nella capitale Nuova Delhi dove hanno potuto soggiornare presso l’ambasciata italiana.

La vicenda giudiziaria dei due militari si è protratta a lungo. L’India li ritiene responsabili di duplice omicidio e pretende di processarli, ma ancora non è stata emessa alcuna accusa formale in giudizio e non è iniziato alcun processo nei loro confronti. L’Italia chiede invece che il processo sia celebrato nel nostro Paese, in conformità alle convenzioni internazionali, poiché l’incidente con i pescatori indiani riguarda due militari italiani ed è avvenuto in acque internazionali. La diatriba si è prolungata e ora la questione sarà risolta dall’arbitrato internazionale di una apposita Corte istituita all’Aja.

Negli anni scorsi, i due marò erano tornati in Italia per brevi periodi: per le vacanze di Natale del 2012 e poi nel marzo del 2013 per poter votare alle elezioni politiche.

Poi, Massimiliano Latorre era rientrato in Italia a settembre 2014 a causa di un ictus. Le autorità indiane avevano acconsentito alle cure e alla convalescenza in Italia. A inizio maggio la corte arbitrale dell’Aja ha accolto il ricorso presentato dall’Italia per ottenere il rientro in patria anche di Girone, in attesa dell’esito dell’arbitrato. Nei giorni scorsi la Corte Suprema indiana ha reso esecutivo l’ordine della Corte arbitrale dell’Aja consentendo così il rientro immediato in Italia di Girone.

Il marò è partito dall’India con un volo militare che dopo uno scalo ad Abu Dhabi è atterrato oggi pomeriggio poco prima delle 18 all’aeroporto di Ciampino. Salvatore Girone è stato accolto subito dai suoi familiari, che sono saliti sull’aereo appena atterrato, prima che Girone uscisse e scendesse dalla scaletta.

Per il militare è stato un momento molto emozionante, sulla pista di Ciampino è stato accolto dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, con il quale ha scambiato una stretta di mano, e da quello della Difesa Roberta Pinotti, con la quale si è scambiato un lungo abbraccio.