Ecco perché non dovresti riutilizzare le bottiglie di plastica monouso

Le bottiglie di plastica dell’acqua o delle bevande che acquisti sono monouso. Ecco perché non dovresti riciclarle e riutilizzarle.

Una volta che le abbiamo svuotate del loro contenuto originale, tendiamo a utilizzarle e riempirle nuovamente. Si chiama riciclo ma ne caso delle bottiglie usa e getta è un’abitudine che è veramente molto dannosa. 

pericolo riciclo bottiglie usa e getta
Photo Canva

Negli ultimi anni si parla molto del problema della plastica. La plastica fa male non solo all’ambiente ma anche alla nostra salute, stiamo assistendo per questo motivo a un progressivo abbandono della plastica a favore di materiali meno inquinanti è più salutari.  Avrete notato che molti servizi di ristorazione non utilizzano già più le bottiglie di acqua in plastica. Se la plastica è dannosa per la salute ne consegue che il riciclo delle bottiglie di plastica usa e getta è un’abitudine pericolosa. Dopo aver svuotato la tua bottiglietta d’acqua non riempirla nuovamente ad una fontanella. Molti studi hanno confermato la pericolosità di questa abitudine.

Sapevi che anche il tonno in latta è pericoloso? Tonno in scatola: 7 motivi per smettere di mangiarlo (almeno in grandi quantità)

Perché non bisogna riutilizzare le bottiglie usa e getta?

Le microplastiche contenute nelle bottiglie dell’acqua sono tossiche per il corpo. La plastica solitamente utilizzata per produrre le bottiglie usa e getta e il polietilene tereftalato meglio conosciuto come PET. Si identifica facilmente osservando il numero stampato all’interno di un triangolo posto sul fondo della bottiglia che in questo caso è il numero 1. Queste micro particelle di plastica interferiscono con il corretto funzionamento delle nostre cellule endocrine, irritano la pelle ed irritano anche le vie respiratorie. Queste sono le conclusioni sostanziali di quasi tutti gli studi che hanno analizzato le bottiglie di plastica usa e getta. Alcuni studi hanno stabilito che queste micro particelle di plastica sono persino la causa di una diminuzione della fertilità o della comparsa di tumori.

pericolo pet
Photo Canva

Il problema del riutilizzo di queste bottiglie è legato al tempo. Sembrerebbe che le sostanze chimiche che compongono la plastica col tempo finiscono col contagiare il liquido che vi è dentro. Ne consegue che una volta aperta, la bottiglia la qualità dell’acqua inizia a deteriora gradualmente e questo fenomeno si amplifica nel momento in cui questa bottiglia viene esposta ai raggi del sole o ad una fonte di calore. 

L’acqua che è contenuta nella plastica a volte contiene anche antimonio, un metallo anch’esso cancerogeno, come testimonia un articolo pubblicato da Futura-Sciences dal titolo Toxicology-Chemistry Association.

A questo punto è chiaro che l’alternativa  più sicura alla plastica è rappresentata dal vetro o dall’acciaio inox.