Bonus Asili Nido 2022: tutto quello che c’è da sapere per ottenerlo

Con il bonus asilo nido 2022 si possono ottenere fino a 3.000 Euro di rimborso per la retta scolastica. Come si fa ad ottenerlo?

Il bonus sarà erogato a tutti i genitori con figli naturali o figli adottati che non superino un certo reddito annuo.

bonus Asilo nido
(Canva)

Questo bonus viene erogato dall’INPS per aiutare le famiglie a sostenere spese di asili nido pubblici o privati. Se il bambino che dovrebbe frequentare l’asilo presenta patologie tanto gravi da impedirgli di andare a scuola, il bonus può essere ottenuto lo stesso: servirà a sostenere  l’assistenza domiciliare del bambino.

A poter fare richiesta sono tutti i cittadini italiani e quelli stranieri provvisti di regolare permesso di soggiorno, carta di soggiorno o rifugiati politici.

Il bonus asilo nido 2022 è rimasto in vigore nonostante l’abolizione del bonus bebè, quindi è possibile ottenerlo a che dopo l’abrogazione di quest’ultimo bonus.

A differenza di quanto accade per altri bonus il bonus bebé può essere richiesto e ottenuto a prescindere dalla fascia di reddito della famiglia.

Bisogna precisare però che il bonus non potrà essere erogato a tutti: esiste un limite ai fondi che il governo ha stanziato per sovvenzionare questa misura a sostegno della genitorialità.

Per questo motivo è estremamente importante sapere fino a quando è possibile presentare la domanda e quali sono le modalità corrette per farlo.

Bonus Asilo 2022: a quanto ammonta e come si richiede

Il bonus massimo che ogni famiglia può ricevere viene calcolato tenendo presente tre fattori.

asilo nido
(Canva)
  • mesi di iscrizione all’asilo: per quanti mesi il bambino è stato iscritto all’asilo nido nel corso del 2022?
  • somma corrisposta per il servizio: a quanto ammonta ogni singola retta mensile dell’asilo nido?
  • ammontare dell’ISEE minorenni relativo al nucleo familiare che intende ottenere il bonus.

Proprio il valore dell’ISEE minorenni sarà il dato in base al quale verrà stabilito l’ammontare finale del bonus.

Il bonus nido 2022 si divide quindi in:

  • bonus da 1500 Euro per le famiglie con ISEE minorenni da 40.001 Euro in su: questa famiglie riceveranno 136,30 Euro per 11 mesi
  • bonus da 2.500 Euro per le famiglia con ISEE minorenni da 25.001 a 40.000 Euro: queste famiglie riceveranno 227,20 Euro per 11 mensilità
  • bonus da 3.000 Euro per le famiglie con un ISEE minorenni fino a 25.000 Euro: questa famigli riceveranno 272,70 Euro per 11 mensilità.

Bisogna precisare però che il massimo bonus asilo nido 2022, cioè quello da 3.000 Euro, sarà percepito solo da famiglie che rientrano nella fascia di ISEE minorenni più bassa e che possano dimostrare la frequentazione dell’asilo per tutti i 12 mesi dell’anno.

Come presentare la domanda

A presentare la domanda dev’essere il membro della famiglia che paga ufficialmente la retta dell’asilo nido.

Tale domanda dev’essere presentata entro il 31 Dicembre 2022 attraverso il sito INPS mediante il Contact Center o, in alternativa, attraverso Istituti di Patronato (CAF).

Nella domanda sarà necessario indicare i mesi del 2022 per i quali si richiede il rimborso, che dovranno corrispondere a quelli in cui il bambino ha frequentato l’asilo nido.

Nel caso di un asilo privato sarà necessario allegare alla domanda la fattura del pagamento della prima mensilità, mentre per gli asili pubblici si dovrà allegare una copia della documentazione di iscrizione oppure dell’inserimento in graduatoria.

Sarà possibile inviare la domanda comodamente dal proprio telefono attraverso la App INPS Mobilepresente negli store sia per Apple sia per Android.

All’interno della domanda è sempre necessario indicare:

  • il nome e la Partita Iva dell’asilo nido
  • il codice fiscale del bambino
  • il mese di riferimento
  • gli estremi del pagamento della prima rata
  • il nominativo del genitore che ufficialmente paga le rate dell’asilo.

Nello specifico, i documenti che bisognerà trasmettere all’INPS dopo l’accettazione della domanda sono i seguenti:

  • ricevuta o quietanza di pagamento
  • fattura quietanzata
  • bollettino bancario o postale.

Anche le fatture dei pagamenti delle rette successive al primo mese potranno essere inviate direttamente all’INPS utilizzando la App INPS Mobile a partire dalla fine del mese di riferimento. Questo significa che la fattura del pagamento della rata di Maggio può essere inviata a partire dal 30 Maggio 2022.

Il termine ultimo per presentare tutte le fatture di pagamento è il 1° Aprile 2023.