Stai pensando di farti ipnotizzare? Prima dovresti sapere questo

Stai pensando di ricorrere all’ipnosi? Scopri come funziona questa tecnica e quali sono le applicazioni terapeutiche.

Si sente sempre più parlare di ipnosi come tecnica infallibile per curare problemi di tipo psicologico. L’ipnosi è una tecnica che ha origini antichissime ma per molto tempo è stata oggetto di pregiudizi e di paure poiché veniva associata a manipolazione psicologica involontaria.

ipnosi
Photo Canva

Oggi l’ipnosi è stata rivalutata, è un’ applicazione terapeutica di successo e riconosciuta dal mondo medico. Molte persone ricorrono all’ipnosi per curarsi. Se stai pensando anche tu di ricorrere a questa tecnica scopri in cosa consiste e come influisce sul comportamento e sullo stato di coscienza degli individui.

Ipnosi, ecco cosa dovresti sapere prima di ricorrere a questa tecnica terapeutica

Con il termine ipnosi ci si riferisce ad uno stato di suggestione che è simile al sonno indotto da un terapeuta esperto che usa immagini o suoni per ipnotizzare un individuo e quindi influire sul suo stato di coscienza. Questa tecnica si chiama ipnoterapia e per realizzarla è fondamentale che il soggetto cada in uno stato di rilassamento e di calma e che elimini del tutto pregiudizi e paure verso la tecnica e verso il terapeuta.

ipnosi cosa sapere
Photo Canva

Il soggetto sotto ipnosi subirà una modifica dello stato di coscienza e quindi l’ipnosi fornisce la possibilità ad un soggetto di percepire in modo diverso le cose o di approdare a nuovi mondi.

Nei secoli scorsi l’ipnosi veniva definita magnetismo animale o mesmerismo in associazione al nome del suo pioniere ovvero Mesner, questo concetto era legato all’ETERE.
L’Etere è ipoteticamente una sostanza rarefatta che si trova in ogni parte dell’universo ma che non è visibile dagli essere umani. Fino all’ 800 si pensava che l’etere fosse un mezzo per diffondere la luce la conoscenza.

Partendo dal presupposto che l’essere umano non è in grado di percepire tutti gli elementi che fanno parte del mondo vivente che lo circonda, per motivi biologici, il magnetismo fornisce la chiave per permettere all’essere umano di entrare in contatto e di percepire le energie che non riesce a vedere con l’occhio umano.

L’ipnosi non sarebbe dunque altro che una porta di accesso ad un altro mondo.

L’ ipnoterapeuta non è altro che un soggetto esperto che aiuta un paziente ad accedere alle sue risorse interiori. La storia dell’ ipnosi è ricca di guarigioni spettacolari.

Applicazioni terapeutiche

L’ipnosi è una tecnica utilizzata per diverse applicazioni terapeutiche. Principalmente si tratta di una tecnica non invasiva in grado di ridurre la sensazione del dolore senza l’uso di farmaci tanto che molti ospedali la utilizzano per aiutare le donne durante il parto o per effettuare cure dentistiche senza anestetizzanti.

L’applicazione più nota riguarda l’ambito psicologico, poiché l’ipnosi è una tecnica efficace e riconosciuta per risolvere problemi psicologici di diversa natura come ad esempio la dipendenza ed altre malattie che hanno una causa psicosomatica.

Come funziona l’ipnosi

Per ipnotizzare il paziente il terapeuta utilizza linguaggio ed immagini metaforiche.
Attraverso questo linguaggio e queste immagini il paziente si rilassa e abbandona la sua dolorosa realtà entrando in uno stato di coscienza modificato. Durante le sessioni di ipnosi il paziente guarisce poco a poco quindi una sola seduta non è sufficiente. Il costo delle sedute oscilla tra 80 euro e 150 euro.

Esistono diverse tecniche di ipnosi, più bravo è l’ipnoterapista più egli sarà in grado di riconoscere quella più adatta al soggetto in relazione ai suoi problemi.
Quel che è certo è che prima di abbandonarsi ad una seduta di ipnosi bisogna stabilire una connessione molto profonda ed avere fiducia nel proprio terapeuta ed abbandonare ogni tipo di pregiudizio e di paura che riguarda tale applicazione.