Le prossime vacanze le faremo nello spazio! Via al primo Hotel Spaziale: come e quando

É arrivato il primo hotel spaziale, scopriamo insieme cosa ci attenderà.

Dopo questo periodo di pandemia, molte persone stanno programmando le tante attese vacanze, magari con un bel viaggetto all’estero. Ma hai mai pensato ad un’avventura spaziale?

satellite
Canva

Tra qualche anno sarà possibile soggiornare nel primo hotel spaziale. Continua a leggere per scoprire maggiori dettagli.

In arrivo il primo hotel spaziale

Se cerchi un’avvetura fuori dall’ordinario, allora l’hotel spaziale è quello che fa per te. La Orbital Assembly Corporation, una nuova società di costruzioni gestita dall’ex pilota americano John Blincow, sta progettando di aprire un hotel spaziale di lusso entro il 2027.

hotel spaziale
Canva

Quest’ultimo prenderà il nome di Voyager Station e sarà in grado di ospitare 280 ospiti e 112 membri dell’equipaggio. Una volta completato, entrerà el Guinness World Record per essere il primo hotel spaziale commerciale. Secondo quanto dichiarato da Blincow, il suo team sta cercando di far capire al pubblico che l’età dell’oro dei viaggi spaziali è dietro l’angolo e sta arrivando velocemente. Si può definire una vera e propria età dell’oro, visto che il turismo spaziale ha suscitato l’interesse di imprenditori miliardari come Richard Branson ed Elon Musk.  Ed è proprio con quest’ultimo che Blincow e il suo team sperano di collaborare nel prossimo futuro. Al momento non possono definire il fondatore sudafricano della Tesla come un loro partner, ma, sempre secondo le parole del pilota, in futuro lui e la sua squadra sperano di collaborare con Musk.

La fisica che si applica al dormire in un hotel spaziale è simile al far girare l’acqua in un secchio. Allo stesso modo in cui si può far girare un secchio in cerchio, mantenendo l’acqua al suo interno, l’hotel spaziale simulerebbe la gravità in modo simile. Questo rende possibili camere confortevoli e bar eleganti. Ma per molti visitatori che si avventurano così lontano, la sensazione di assenza di gravità nello spazio è una parte importante del fascino. Per questo motivo, il team ha in programma di preparare nel ristorante dell’hotel il tradizionale “cibo spaziale”, come il gelato liofilizzato.

Sono previste attività ricreative come partite di basket in cui i partecipanti potranno volare più in alto grazie all’assenza di gravità dell’ambiente. Per il momento, non è stato ancora pubblicato il prezzo delle camere, ma se lo si confronta con le altre missioni spaziali pubbliche proposte, il costo sarà comunque elevato. Ad esempio, Virgin Galactic prevede di lanciare nello spazio passeggeri ordinari al prezzo di 250 mila dollari a persona, per viaggio. Il team di Voyager Station, tuttavia, ha già assicurato al pubblico che intende rendere il soggiorno nell’hotel simile all’acquisto di un biglietto di crociera.