Dieta Wellbeing: come dimagrire ed essere in salute

La dieta Wellbeing riequilibra corpo e mente, aiuta a dimagrire cambiando stile di vita e ad essere in salute.

Prendersi cura di sé a partire da ciò che portiamo in tavola perché il solo obiettivo non è dimagrire ma anche stare bene. Tutto questo è il metodo Wellbeing, ideato dal dottor Luca Naitana, biologo, nutrizionista e naturopata che ha dedicato molti anni ad approfondire il potere curativo del cibo.

dieta wellbeing
Fonte: Canva

La dieta Wellbeing, dunque, non è solo un regime alimentare ma un vero e proprio stile di vita che si propone di riequilibrare corpo e mente. Nutrirsi, pensando anche alla salute, ecco perché il cibo deve essere scelto con coscienza, associato bene e assunto e cucinato altrettanto correttamente.

Scopriamo allora in cosa consiste la dieta Wellbeing, come associare i giusti cibi tra di loro e come mettere in pratica tale metodo che mira prima di tutto a riconquistare il benessere e la salute ma anche a far calare l’ago della bilancia.

Ecco in cosa consiste la dieta Wellbeing

L’uomo è ciò che mangia. Una frase che spesso sentiamo pronunciare. E in effetti, non c’è niente di più vero in queste parole. Se per anni ci limitiamo a consumare sempre gli stessi cibi non variando l’alimentazione e non apportando all’organismo tutti i nutrienti di cui necessita finiremo per risentirne in termini di benessere e salute.

dieta wellbeing
Fonte: Canva

A ideare il metodo Wellbeing è il dottor Naitana spinto dall’amore per la moglie che si era ammalata di sclerosi multipla. Ma in cosa consiste? La dieta Wellbeing è un tipo di alimentazione consapevole che vuole nutrire e al tempo stesso depurare l’organismo dalle tossine.

La maggior parte delle patologie tumorali derivano infatti proprio da un accumulo di queste sostanze tossiche che si accumulano nei tessuti. Il metodo mira a mantenere il giusto equilibro acido-basico così da contrastare stress, sonnolenza e stanchezza.

Non solo, questo stile di vita influisce anche sulla psiche infatti mangiare in maniera corretta aiuta la sfera psicosomatica. Ma come si sviluppa il metodo?

Intanto all’inizio è importante depurare l’organismo e quindi si effettua per 4-6 giorni al mese, introducendo meno calorie. L’obiettivo è dare una scossa al metabolismo basale e raggiungere un dimagrimento sempre stando in salute senza creare stress all’organismo.

Inoltre, occorre abbinare correttamente i cibi fra di loro. A questo proposito secondo il metodo giusti abbinamenti sono: a pranzo verdura cruda più proteine animali o vegetali, più verdura cotta. Mentre a cena verdura cruda, più cereali integrali, non solo in chicco, più verdura cotta. I carboidrati complessi integrali come i cereali se consumati a cena garantiscono all’organismo di liberarsi dalle scorie.

Inoltre, non bisogna svolgere una vita sedentaria e consumare eccessivamente alcol, caffè e zucchero.

Infine, per migliorare l’equilibrio corpo, mente e spirito occorre scegliere i giusti alimenti come: mirtilli, curcuma, olio extra vergine d’oliva, papaia, mango, avocado, mandorle, broccoli, frutti di bosco e così via.

Il dottor Naitana ha anche scritto un libro con la dottoressa Anna Masi, anche lei biologa e nutrizionista, dal titolo “Il metodo Wellbeing – la dieta che ti allunga la vita”.

Prima di iniziare qualsiasi dieta è sempre bene rivolgersi al proprio medico e comunque ad un nutrizionista.