Sei accecata dalla gelosia? Forse è tempo di guarire le tue ferite interiori

Sei accecata da una gelosia ingiustificata? Il tuo passato ti ha sicuramente lasciato ferite emotive che devi assolutamente guarire.

A volte la gelosia è un sentimento ingiustificato e ci rendiamo conto di esserne accecati anche quando il partner non ci da motivo di essere gelosi. In questi casi dovremmo riflettere sul fatto che forse è giunto il momento di prenderci cura del nostro bambino interiore ferito emotivamente.

LEGGI ANCHE —>Gelosia, quando è troppa uccide: scopri come tenerla a bada

Gelosia: e se dipendesse da te e non da lui? Scopri come guarire

gelosia in coppia problemi
Photo AdobeStock

Se ti capita di avere delle reazioni di gelosia esagerate e sostanzialmente senza motivo, probabilmente anche tu, come molte altre persone, hai delle ferite emotive che riemergono dal passato.

Alcuni esperti lo definiscono il bambino emotivo che abita in noi perché certe mancanze risalgono ai tempi della nostra infanzia. Il bambino emotivo ferito emerge nei momenti in cui accade qualcosa che gli ricorda di non essere stato curato, amato e protetto dagli adulti.

Se vuoi vivere serenamente dovresti iniziare a prenderti cura del tuo bambino interiore e curare tutte le sue ferite.

Capire perché siamo così gelosi non è facile, a volte è colpa del partner che non è trasparente in ciò che fa e nel modo in cui agisce destando sospetti ma altre volte siamo solo noi stessi il problema, i veri paranoici.

Noi siamo il risultato delle esperienze vissute da bambini. Il nostro bambino interiore non ci abbandona mai, resterà sempre, a qualsiasi età. Se ha percepito delle mancanze ce lo ricorderà per tutta la vita, finché non riuscirà a superare la cosa.

Queste ferite emotive non sempre corrispondono alla realtà. Il nostro modo di interpretare gesti nella vita da adulto è diverso dal modo in cui lo facciamo da bambini, eppure quelle emozioni che abbiamo provato le ricordiamo nitidamente, ogni ricordo è intatto.

Le maggiori ferite emotive si sono manifestate nel caso in cui i genitori non sono stati in grado di soddisfare pienamente i nostri bisogni ferendoci. Da adulti dovremmo prendere in mano le situazioni e valutarle con gli occhi e l’obiettività della persona adulta. Senza dare colpe a nessuno, solo comprendendo  che l’amore e l’approvazione che cercavamo ci è stato probabilmente dato, solo che non ci è stato dato nel modo in cui ci aspettavamo noi.

Se il tuo bambino interiore è la causa della tua eccessiva gelosia lo potrai capirlo facilmente.

Il modo più semplice di capire come si sente il bambino interiore che abita in noi è quello di parlare con lui e chiederglielo attraverso un dialogo interno. Per natura impariamo a parlare con noi stessi mentre i nostri genitori ci parlano in età infantile.  Se i nostri genitori ci sgridano o ci criticano iniziamo a rivolgerci a noi stessi nello stesso modo  modo, così invece di usare parole dolci, ci rivolgiamo al bambino criticandolo.

Il modo in cui comunichiamo co il nostro bambino interiore è solo uno dei modi in cui ci relazioniamo a lui. Spesso riproduciamo anche i gesti dei nostri genitori, se le nostre figure di potere  durante l’infanzia tendevano a punirci, faremo la stessa cosa col nostro bambino interiore.

Un autore che si è molto interessato a questo argomento è John Bradshaw, egli ha scritto diversi libri su come guarire il bambino interiore, in uno di questi è riportato un paragrafo molto esplicativo che dice:  “Quando raggiungiamo l’età adulta portiamo nella nostra testa un nastro di circa 25.000 ore di registrazioni della voce dei nostri genitori. In quante di queste ore pensi che i tuoi genitori ti stavano facendo dei complimenti? In quante ore ti hanno detto che ti amano e che sei intelligente e brillante? In quante ore ti hanno sgridato o detto di NO a qualcosa?”

Quando l’adulto in modo consapevole decide di prendersi cura del bambino ferito che vive in lui, ed inizia ad amarlo e a dargli tutto quello che gli è mancato, da questo bambino interiore inizia a fuoriuscire un’energia naturale. Se desideriamo un cambiamento in noi stessi dobbiamo connetterci con la nostra radice, con la nostra essenza, con il bambino interiore che ha iniziato con noi la nostra esperienza di vita.

Il fatto più meraviglioso è che tutti noi possiamo senza problemi connetterci e anche guarire il nostro bambino interiore e ripartire da zero verso una vita presente con un rinnovato potenziale.

Per iniziare a guarire il nostro bambino interiore l’autore nei suoi libri consiglia di prendere una nostra foto da bambini e di metterla in una cornice speciale e in un punto in cui la vedremo spesso. Ogni tanto fermati a parlare con lui, fallo con dolcezza, vedrai che a poco a poco tutte le sue lacune si colmeranno e tutti i sui rancori svaniranno. Abbraccialo e prenditi cura di lui. Vedrai quanto sarai felice di averlo fatto.