Harry e Meghan rifiutarono il titolo nobiliare per Archie: i motivi? Assurdi

titolo nobiliare archie
(Instagram)

Il titolo nobiliare che sarebbe spettato di diritto ad Archie Harrison Mountbatten Windsor era Conte di Dumbarton, un antico titolo ripristinato per lui. Perché non lo ha ricevuto? La lotta per la libertà dei genitori non c’entra niente.

Harry e Meghan hanno preso molte decisioni radicali da quando si sono sposati. Innanzitutto hanno deciso di lasciare la famiglia reale britannica e rinunciare ai loro diritti e ai loro doveri da “working royals” cioè da membri importanti della famiglia reale. In secondo luogo hanno lasciato l’Inghilterra per andare a vivere in America, dove Meghan sperava di ricominciare la vita che aveva abbandonato per sposare Harry e vivere a corte.

Dopo aver rinunciato ai privilegi che derivano dall’appartenere alla famiglia reale i due hanno dovuto provvedere al proprio sostentamento economico e hanno dovuto fare delle scelte importanti anche per determinare che tipo di vita avrebbero avuto i loro due figli.

Archie Harrison, primogenito, probabilmente non frequenterà mai assiduamente la famiglia reale inglese anche se si tratta dei suoi parenti più prossimi. Come se non bastasse al bambino è stato tolto anche un titolo nobiliare che gli sarebbe spettato di diritto.

Si potrebbe supporre che la scelta dei genitori sia stata una scelta di principio: abbandonare la famiglia reale significa rinunciare anche a quei titoli che sono ormai dei semplici ornamenti e che implicherebbero ancora un legame con la Royal Family? Sì, ma il motivo per cui ad Archie è stato tolto il titolo prima ancora che gli fosse assegnato è molto meno nobile di così.

Questo titolo nobiliare ad Archie? No grazie, troppo stupido

titolo nobiliare ad archie
(Instagram)

La società degli Stati Uniti lotta ancora, costantemente, contro i problemi di bullismo e di cyberbullismo che ancora affliggono tutte le fasce sociali e di cui soprattutto i più giovani soffrono le conseguenze peggiori.

Ne deriva che scoraggiare il bullismo, soprattutto ai danni di bambini molto esposti perché figli di personaggi famosi, è una preoccupazione fondamentale sia per i genitori sia per le autorità.

Cosa c’entra questo con il titolo nobiliare di Conte di Dumbarton? Molto.

Nel momento in cui Harry si è sposato ha acquisito il titolo di Duca di Sussex e vari titoli minori, tra cui Conte di Dumbarton, così come sua moglie ha acquisito quello di Contessa di Dumbarton. Archie avrebbe potuto ereditare automaticamente il titolo al momento stesso della nascita, qualora suo padre e sua madre avessero voluto conferirglielo.

La parola “Dumbarton”, che indica una località della Scozia nei pressi di Glasgow, contiene però – in maniera del tutto casuale – la parola “Dumb” che nell’inglese americano è uno slang molto diffuso per indicare una persona stupida o tonta.

Volendo tentare una traduzione letterale, quindi, ottenendo quel titolo nobiliare Archie sarebbe stato “Conte di Stupidolandia”.

I motivi per cui Harry e Meghan hanno rifiutato di dare a Archie questo titolo nobiliare, quindi, deriva dalla paura che il bambino possa essere preso in giro dai compagni di scuola e dalla stampa.

Questo naturalmente non ha mai impedito a tutti coloro che hanno detenuto quel titolo prima di lui di portarlo con orgoglio, ma di certo nessuno, in Gran Bretagna, si sarebbe sognato di prendere in giro un Conte per il suo titolo.

Come riportato da alcune testate giornalistiche (tra cui il Telegraph), pare che sia stata Meghan a sollevare il problema e che Harry – si potrebbe dire “come al solito” – si sia fatto convincere a non attribuirlo al bambino.

Durante la famigerata intervista a Oprah Winfrey (quella in cui i Sussex hanno mosso accuse gravissime di razzismo nei confronti della famiglia reale inglese) Meghan ha spiegato di non ritenere i titoli nobiliari molto importanti e che, accettando il titolo quando il bambino ancora non era nato, avrebbe potuto inavvertitamente creare uno scandalo che avrebbe potuto perseguitare lei, Harry e il bambino per anni.

Una delle maggiori preoccupazioni della famiglia reale inglese era infatti il colore della pelle del figlio di Harry. Se fosse nato più simile a Meghan, quanto tempo la stampa scandalistica avrebbe ricamato sul fatto che un bambino dalla pelle scura era diventato Conte e, in particolare, “Conte di Stupidolandia”?

Cosa ne pensano gli abitanti di Dumbarton? Probabilmente si sono sentiti molto offesi dal rifiuto di Harry e Meghan, ma la deputata al parlamento scozzese Jakie Baillie (che vive a Dumbarton) l’ha presa con una risata e con una grande dose di diplomazia. La parlamentare ha infatti invitato i Sussex a ripensarci e ha sostenuto che chiunque voglia affermare di appartenere alla comunità di Dumbarton potrà sempre considerarsi benvenuto.