Intervista: i 5 miti da sfatare sulla skincare, la parola all’esperta cosmetologa

Usanze, credenze, luoghi comuni e miti: il mondo della skincare è popolato di false usanze e opinioni contrastanti: facciamo chiarezza insieme alla farmacista cosmetologa Letteria Greco in una video intervista sul tema.

La cura della pelle e dei capelli è diventata estremamente importante nelle nostre routine quotidiane, esistono svariate tipologie di prodotti a secondo delle nostre esigenze e specifiche (pelle secca, grassa, acneica, sensibile, normale, mista, asfittica). Ma ci sono delle regole di base che valgono per tutti e per tutte e che talvolta nel corso degli anni sono state modificate o hanno assunto un altro significato.

Oggi, insieme all’esperta del settore, Letteria Greco, vi parleremo dei primi 5 miti da sfatare in fatto di skincare. Usanze e modi di fare a cui dovremmo smettere subito di credere! Cura della pelle falsi miti e certezze da sfatare: volete sapere quali sono? La parola all’esperta.

Ecco le 5 credenze a cui dovremmo smettere di credere in materia di skincare

Insieme alla farmacista cosmetologa, Letteria Greco, divulgatrice nel mondo della cosmetica e che ha lavorato per tanti anni in laboratorio nella creazione di “un vero cosmetico” abbiamo cercato di sfatare qualche mito sul mondo della cosmesi. Vediamoli insieme.

  1.  I prodotti skincare più costosi sono i più efficaci.

“Non è proprio così. Il prezzo di un cosmetico lo fanno tante cose. Bisogna immaginare il prezzo come segmentato”. Il cosmetico infatti è un mix di elementi: formula, marketing, packaging e pubblicità. L’insieme di queste caratteristiche cambia il prezzo. Indubbiamente come sottolinea l’esperta, ciò non significa che i prodotti premium costano troppo rispetto ai prodotti low e che la formula sia la stessa, significa che ci sono in gioco ulteriori fattori che possono influire sul prezzo di un prodotto.

Indubbiamente, per un prodotto di top gamma verranno fatti un maggior numero di test per valutarne l’efficacia ma ciò non implica che sia più efficace di uno meno costoso.

2. La pelle ha bisogno di respirare.

La pelle non respira. E’ erogata da vasi sanguigni che nutrono la cute. Anche i pori non respirano, possono essere occlusi e non occlusi in base a diversi ingredienti e materie prime.

3. La pelle si abitua ai cosmetici skincare.

L’esperta ci dice di no. “La pelle non ha una resistenza e quello che sentiamo dire per i farmaci non vale per la pelle”. La pelle ha delle esigenze specifiche che cambiano: “dobbiamo imparare ad ascoltarla“. Un prodotto skincare che va bene oggi per la mia pelle può non andare bene domani.

4. I siliconi non fanno respirare i capelli.

Questo è un argomento estremamente importante e su cui ci sono in giro molte miscredenze. L’esperta ci ha affermato che i siliconi non fanno male alla pelle e ai capelli perché “formano sul cuoio capelluto o sulla pelle uno strato protettivo“. Dunque non è vero che i siliconi rovinano i capelli.

5. L’indoor SPF.

Proteggersi dal sole è sempre fondamentale, ma l’esperta dice che: “è estremamente importante quando si esce“. Se stiamo in casa lontano dai raggi del sole non è necessario. In casa dobbiamo proteggermi maggiormente dalla luce blu.

Se vuoi sapere qualche informazione e dettaglio in più, qui trovi l’intervista integrale:

Da leggere