Scelta del fondotinta: 5 errori da non commettere per evitare l’effetto ‘mascherone’

La scelta del fondotinta va fatta tenendo conto della propria carnagione. Ma bisogna fare attenzione a come lo si stende! Ci sono almeno 5 errori da non commettere per evitare l’effetto ‘mascherone’. Scopri di più!

Non c’è make-up perfetto senza una buona base viso. La pelle va detersa e nutrita alcune ore prima del trucco. Il passaggio successivo è la scelta del fondotinta. Individuare quello giusto non è mai facile. Bisogna considerare il colore della carnagione e il tipo di pelle, che può essere secca, grassa o mista.

Per chi soffre di acne, per esempio, bisogna puntare su un fondotinta non comedogeno, cioè che non ostruisca i pori della pelle. I brufoli si formano quando sono ostruiti da sebo in eccesso, cellule morte e altri residui, anche quelli di prodotti che usiamo per la nostra Skin Care quotidiana. Quindi scegli bene e con consapevolezza!

fondotinta
(Adobe Stock)

Quando stai per acquistare un fondotinta, ricorda di provarlo sempre sul viso (e mai sulla mano o sul polso). I tester gratuiti servono proprio a questo, ovvero a ‘testare’ il prodotto. Applica una piccola quantità sulla linea di demarcazione tra viso e collo. Così facendo, capirai se la nuance è adatta a te oppure no.

C’è però una cosa che devi evitare ad ogni costo, ovvero l’orribile effetto mascherone! E’ davvero molto brutto da vedere, oltre che poco pratico soprattutto in estate. Ci sono 5 errori da non commettere. Scopri subito quali sono!

Scelta fondotinta: i trucchi per evitare l’effetto ‘maschera’

Per coprire bene gli inestetismi della pelle non c’è bisogno mettere tanto fondotinta. Anzi è proprio l’esatto contrario. Il prodotto va applicato in piccole quantità e, soprattutto, va steso bene. Questa è la prima regola da seguire per evitare l’effetto maschera. Spesso, però, è uno degli errori più frequenti che commettiamo.

fondotinta
(Adobe Stock)

Secondo errore da evitare: non stendere il fondotinta con le mani ma aiutati con dei pennelli, alcuni dei quali assicurano un finish molto leggero. Ti consigliamo l’uso del pennello duo finish.

Non ripassare altre quantità di fondotinta dove è stato già applicato. Evita questo errore. Se lo commetti, il risultato sarà la comparsa di macchie scure, proprio nei punti dove hai fatto i ‘ritocchi’. Il fondotinta si stende in un’unica volta e in modo uniforme. E’ la regola d’oro di ogni make-up artist. Falla tua!

Attenzione al fenomeno dell’ossidazione. Lo dicevamo poc’anzi. Non tutte le pelli ‘reggono’ lo stesso tipo di fondotinta. Se la tua è grassa e a tendenza acneica, devi trattarla con prodotti specifici, almeno 2-3 ore prima del trucco.

LEGGI ANCHE–> Pelle Matura: come scegliere e applicare il fondotinta più adatto

L’ossidazione è una sorta di reazione sviluppata dal fondotinta a contatto con il sebo. Il risultato sarà quello di un ‘mascherone’ aranciato, dovuto proprio all’interazione tra il prodotto cosmetico e il sebo della tua pelle. Ecco perché prima ti abbiamo consigliato un fondotinta comedogeno. Sono molto buoni quelli di Avene Couvrance. Per problemi di acne da lieve a moderata puoi provare invece Avene Cleneanche Comedomed.

C’è un ultimo errore da evitare. Se non hai avuto tempo di idratare la pelle prima di stendere il fondotinta, puoi farlo anche qualche minuto prima, purché si tratti di una con texture molto leggera. Il fondotinta deve essere steso facilmente, senza trovare l’ostacolo di una crema magari troppo ‘pastosa’.

Sembrerà forse anche banale ricordartelo, ma non scegliere fondotinta a prezzi troppo scontati o di marchi poco noti. Non è mai abbastanza sottolineare questi aspetti perché, con la pelle, non si scherza.

Da leggere