Soffri di gastrite in primavera? Ecco cosa fare

La primavera è un momento delicato per chi soffre di gastrite. Scopriamo come viverla al meglio grazie ad alcuni semplici accorgimenti.

I cambi di stagione possono rivelarsi insidiosi per chi soffre di problemi di digestione o di gastrite. Così, anche chi normalmente tende a star bene, in periodi dell’anno come ad esempio la primavera, può sentirsi più appesantito fino a soffrire di gastrite.

Ciò dipende dai cambiamenti ambientali che si mettono in atto durante la nuova stagione. Per affrontare al meglio il cambio di temperatura, di luce diurna e, perché no, persino dell’ora, l’organismo tende infatti a modificare la produzione di acido gastrico. Un cambiamento che in soggetti più delicati può portare a spiacevoli episodi di gastrite. Scopriamo quindi quali sono le regole da seguire per far si che ciò non avventa o, almeno, per limitare i danni.

Come affrontare al meglio la gastrite primaverile

Gastrite: come contrastarla grazie all'alimentazione
Fonte: Adobe stock photo

Durante il cambio di stagione, si sa, i cambiamenti sono sempre tanti. Le giornate si fanno più corte, si tende a modificare un minimo gli orari dei pasti o in cui si va a dormire e persino l’alimentazione cambia un po’, passando da cibi caldi ad altri più veloci. Tutte modifiche che in alcune persone portano alla così detta gastrite primaverile.

Un problema che può creare un forte disagio per via dei dolori allo stomaco e delle possibili complicanze che in alcune persone si mostrano sotto forma di reflusso o di altri sintomi sempre poco piacevoli. Come sempre, la soluzione, arriva dallo stile di vita ed in particolar modo dall’alimentazione.

Basta infatti scegliere alcuni accorgimenti per far si che il cambio di stagione passi senza grandi ripercussioni, assicurando un periodo di benessere e da vivere senza disagi. Vediamo quindi le regole fondamentali.

Mangiare lentamente. Iniziamo da uno dei classici consigli della nonna, ovvero quello di masticar per bene ogni singolo boccone. In questo modo si agevolano stomaco e intestino e ci si garantisce un dopo pasto più sereno.

Fare una passeggiata dopo i pasti principali. Se dopo aver mangiato ci si concede anche una bella camminata, si aiuterà maggiormente l’organismo a non sentire il peso di quanto si è mangiato. Ancor meglio se questa diventa un’abitudine visto che può risultare anche particolarmente piacevole. Ricordiamo che la camminata (in tempi di restrizioni dovute alla pandemia) può essere svolta anche a casa. Sul web, infatti, esistono diversi video che accompagnano quello che si chiama “walking at home” e che consente anche ai più sedentari di iniziare a muovere i primi passi verso una salute migliore e, in questo caso, verso uno stato di benessere.

Evitare gli eccessi. Come sempre, la buona salute proviene da uno stile di vita sano e moderato. Eliminare o ridurre eccessi quali fumo e alcol può essere di grande aiuto. A ciò va unita anche la riduzione del caffè (per ci normalmente soffre di gastrite) di bevande frizzanti e di cibi in grado di irritare stomaco e intestino.

Aiutarsi con i rimedi naturali. Quando non se ne può fare a meno e ci si trova a mangiare cibi più pesanti, può essere utile darsi una mano con qualche rimedio naturale. In tal senso si rivela molto utile lo zenzero. Basta realizzare una tisana a base di radice di zenzero da addolcire con un pizzico di miele e si otterrà un rimedio utile e piacevole. Lo zenzero è un disinfiammante naturale ed il miele aiuta a curare le micro lesioni fungendo da protezione per le pareti dello stomaco.

Evitare i cibi più pericolosi. Ovviamente quando si parla di gastrite, il cibo gioca sempre un ruolo in primo piano. Per star bene è infatti importante ricordarsi di limitare al massimo determinati alimenti. Oltre agli insaccati, i prodotti confezionati e quelli ricchi di grassi è infatti preferibile ridurre il consumo di cioccolato e di spezie irritanti come il peperoncino o la senape.

Ulcera e Gastrite
Fonte foto: Istock photo

Seguire queste regole, fare dell’attività fisica, bere acqua naturale per mantenersi idratati e dormire le giuste ore di sonno farà il resto aiutando a passare indenni il cambio di stagione. Qualora i problemi legati alla gastrite fossero frequenti, il consiglio è quello di chiedere aiuto al medico curante. In questo modo si potranno effettuare gli accertamenti del caso e predisporre la cura più idonea per trattare il problema nel modo giusto, migliorando così il proprio stile di vita.