Modi di dire: sai perché si dice “avere la coda di paglia”?

Perché si dice avere la coda di paglia? a chi dobbiamo la paternità di questo diffuso modo di dire?

“Avere la coda di paglia” è un modo di dire che utilizziamo spesso. Si usa dire così quando abbiamo di fronte una persona riluttante e diffidente che si offende senza avere la certezza di avere ragione di offendersi. Ma perché la coda? e perché è di paglia? Scopri l’origine di questo modo di dire.

Perché si dice “avere la coda di paglia”?

test volpe bosco
Photo Pinterest

L’origine di questa espressione si deve ad una favola bellissima di Esopo.

Questa favola narra di una bellissima volpe con una coda maestosa che un giorno incappò in una tagliola che le spezzò letteralmente la coda.

La volpe senza coda non si sentiva affatto a suo agio, era triste e si sentiva derubata della sua bellezza.

La volpe aveva molti amici, fortuna sua, e decisero tutti insieme di aiutarla regalandole una coda nuova. Fu così che andarono in un campo e raccolsero un bel mazzo di paglia. Questo mazzo sembrava una bellissima folta coda. La coda venne attaccata al sedere della volpe e mai nessuno si accorse che era finta e l’animale ritrovò il sorriso.

Purtroppo però accadde qualcosa di inaspettato. Tra gli amici della volpe, quelli che l’aiutarono a trovare una nuova coda, vi era un gallo chiacchierone che non seppe mantenere il segreto della volpe. Questo segreto svelato giunse fino alle orecchie dei contadini e questa fu la fine per la volpe.

I contadini avevano ormai scoperto il punto ebole dell’animale e lo usarono per tenere l’animale lontano dai pollai.

I contadini iniziarono ad accendere fuochi tutti intorno ai pollai in modo che la volpe, per paura che la coda gli prendesse fuoco, se ne stesse ben alla larga. La volpe non poté mai più rubare un pollo e tornò ad essere triste.

La morale della favola è quella di “tenere nascosti i difetti perché qualcuno potrebbe usarli contro di noi” e da qui la favola della volpe con la coda di paglia diede origine a questo modo di dire che nel tempo divenne anche un famoso proverbio toscano: “Chi ha la coda di paglia ha sempre paura che gli pigli fuoco”.

Il modo di dire implica infatti che chi sa di avere un difetto (la coda di paglia) teme che gli altri possano usarlo contro di loro e quindi diventano sospettosi e permalosi e non accettano nessun tipo di critica.

Da leggere