Napoli, commercio contraffatto di profumi: denunciate 3 persone

Napoli, truffa nel giorno di San Valentino. Denunciate tre persone con l’accusa di contraffazione di prodotti commerciali. 3100 flaconi di profumo che avrebbero fatto concorrenza alle marche più celebri: oltre 100 mila euro di guadagno.

Napoli, 3 persone denunciate per contraffazione (Instagram)
Napoli, 3 persone denunciate per contraffazione (Instagram)

San Valentino non ha intimorito i malintenzionati. Le truffe, nel giorno degli innamorati, sono aumentate. Il lieto fine non sempre arriva, anche per chi avrebbe voluto rovinare la festa in cui l’amore trionfa: è successo a Napoli, dove tre persone sono state denunciate con l’accusa di ricettazione, contraffazione e violazione delle norme sulla sicurezza dei prodotti commerciali.

La truffa avrebbe portato nelle tasche degli esecutori oltre 100mila euro, alla base di tutto c’era la contraffazione di profumi ed essenze rinomate: da Armani a Burberry fino a Hugo Boss e Creed. Versioni alterate, senza garanzie, rispetto ai marchi conosciuti. I “baschi verdi” del Gruppo Pronto Impiego hanno fatto luce sul misfatto. Dalle indagini sono emersi addirittura dei luoghi simbolo dove la merce (3100 i flaconi rinvenuti) veniva contraffatta, addirittura con tanto di packaging dedicato per farla sembrare molto simile all’originale.

Napoli, profumi contraffatti: denuncia per tre persone

Napoli, tre persone denunciate per contraffazione di profumi (Instagram)
Napoli, tre persone denunciate per contraffazione di profumi (Instagram)

Diverse personalità sono cadute nella trappola, i truffatori hanno approfittato di San Valentino per cercare di rifilare i prodotti agli ultimi “ritardatari” alla ricerca di un regalo per la propria amata. Pensiero salato, soprattutto per gli accusati che ora rischiano non poco. L’attenzione alla vicenda è piuttosto elevata. Scardinato, infatti, un traffico ben più ampio che avrebbe favorito molteplici soggetti coinvolti nell’illecito. Strutture, materiale e capacità.

Il proseguo delle indagini ha chiarito che non si tratta di persone improvvisate: nella “banda” ci sarebbero anche chimici ed esperti nella creazione di cosmetici e profumi pronti a ricreare le marche più richieste. Un business che non avrebbe portato ad agire soltanto a San Valentino, il pronto intervento delle autorità – una volta portata a termine l’inchiesta – ha evitato il peggio. Anche se qualche truffa è stata portata a termine sul territorio campano, in questa festa degli innamorati per molti dal sapore dolceamaro.