Carnevale: “Attenzione alle allergie da trucco sui bambini”. A dirlo gli esperti

Con l’arrivo del Carnevale gli esperti mettono in guardia dai potenziali pericoli di allergie da trucco sui bambini. Ecco i consigli degli specialisti. 

trucco allergie bambini
Adobe Stock

Con l’arrivo del Carnevale i bambini non vedono l’ora di mascherarsi con il costume del loro personaggio preferito. Molto spesso però non ci si maschera solo con il vestito e gli accessori ma anche con il trucco.

Principesse, animali, supereroi e via dicendo i bambini quando arriva la festa più pazza dell’anno non vedono anche l’ora di farsi truccare dalla mamma e perché no, da mani esperte come quelle dei truccabimbi. Un’usanza ormai comune è quella di ingaggiarne uno alle feste, e non solo per Carnevale.

Ma quali sono i prodotti giusti per non creare problemi alla pelle dei bambini? Gli esperti mettono in guardia: “Attenzione alle allergie da trucco sui bambini”. Ecco i consigli dell’Ospedale Bambino Gesù.

Ecco i consigli per evitare allergie da trucco sui bambini

bambini carnevale
Foto di Daniel Albany da Pixabay

Carnevale è alle porte e anche se quest’anno sarà in formato ridotto e sicuramente non ci potranno essere le classiche feste e sfilate di carri in giro per le varie città italiane ciò non esclude che non si possa fare qualcosa solo in famiglia.

Una piccola festicciola in famiglia solo con mamma e papà e fratelli. Qui vi avevamo dato qualche consiglio per trascorrere un Carnevale con i propri bimbi nonostante il Covid-19.Ma anche al nido o alla scuola materna le uniche strutture per bambini ad essere ancora aperte.

E come ogni Carnevale che si rispetti i bambini, oltre che mascherarsi, adorano farsi truccare dalla mamma e in “tempi normali” anche da mani esperte quali quelle dei truccabimbi. Dei professionisti che si servono di prodotti certificati e anallergici creando sui volti dei piccoli delle vere e proprie opere d’arte. 

Farfalle, leoni, tigri e zebre, ma anche principesse come Elsa di Frozen o supereroi come Batman, Superman, Wonder Woman e via dicendo. E visto che al momento non se ne parla di assumere truccabimbi, né tantomeno di fare feste, possiamo armarci dei prodotti giusti, a base d’acqua, atossici e anallergici e seguire qualche tutorial su internet per trasformare i nostri bambini nel loro personaggio preferito. 

A tal proposito però gli esperti consigliano di stare attenti ai prodotti utilizzati infatti la pelle dei bambini è molto più delicata rispetto alla nostra e con il make up sbagliato potrebbe andare incontro ad allergie. Vediamo cosa consigliano gli esperti dell’Ospedale Bambino Gesù. 

Nella settimana di Carnevale lasciamo divertire i nostri piccoli, a maggior ragione adesso che dobbiamo rispettare molte restrizioni e i piccoli hanno poche valvole di sfogo. Diamo spazio al gioco e al divertimento anche stando tra le mura domestiche, nessuno ce lo vieta. Scopri anche perché è importante giocare ai travestimenti non solo a Carnevale. 

E allora per prevenire le irritazioni causate dall’utilizzo di prodotti non consoni è sempre bene acquistare i prodotti allergenici come quelli venduti nelle farmacie. Il consiglio arriva dalla dermatologa del Bambino Gesù, la dottoressa May Chebl El Hachem, responsabile dell’Unità operativa di dermatologia dell’ospedale pediatrico di Roma.

Ecco le sue parole: “Con il trucco la pelle dei bambini può andare incontro a sensibilizzazione e a conseguenti irritazioni che in genere non si verificano con l’utilizzo di prodotti ipoallergenici”.

“Per evitare sprechi – aggiunge la dottoressa – la mamma può sempre riutilizzare i prodotti acquistati per l’occasione”.

E quando arriva il momento di rimuoverli? “Al termine della festa, per rimuovere tutto, meglio utilizzare uno struccante e subito dopo sciacquare il viso del bambino con acqua, per essere sicuri che sia completamente pulito”.

Se invece si verificano delle irritazioni “è opportuno non sottovalutarle e struccarlo subito”.

Presa per tempo – prosegue – l’irritazione generalmente curata con creme a base cortisonica e poi idratanti da applicare sulla pelle, può andare via in 24-48 ore“. Al contrario “se trascurata può dare luogo a sovra-infezioni da curare con antibiotici, ad uso locale e in alcuni casi per bocca”.

costumi di carnevale fai da te
Fonte: iStock Photo

Come ultimo consiglio la dermatologa suggerisce di tagliare le unghie al bambino “poiché il piccolo provando prurito potrebbe grattarsi peggiorando la situazione”. 

(Fonte: Ansa.it)