Guava: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla

La guava è un frutto che in pochi conoscono e che vanta tutta una serie di proprietà benefiche. Scopriamo insieme le più importanti.

guava
fonte: adobe stock

La guava è un frutto particolare, con un gusto particolare. Tuttavia, è tra i frutti esotici più ricchi di Vitamina C. Il suo gusto sta tra il melone e la pesca. È un frutto esotico molto popolare sia per il suo gusto che per le sue proprietà.

Conosciuto già ai tempi degli Aztechi, questo frutto ha le dimensioni di una grossa mela, una buccia di coloro giallo/verde ed una polpa di consistenza burrosa, dal colore che spazia dal bianco al gallo, al rosso. Andiamo a scoprire tutto ciò che c’è da sapere su questo particolare frutto.

Tutto sulla Guava: proprietà e controindicazioni

guava
Fonte foto: Pixabay

Frutto della “Psidium gujava L.”, della famiglia delle Mirtacee, la guava è un frutto originario dell’America Centrale. Oggi tuttavia, questo frutto si è diffuso in tutte le aree a clima tropicale, ma anche temperato. Gli Aztechi la chiamavano Xalxocotl, o prugna di sabbia.
Il suo gusto è molto esotico, dolce e ricco di sapori e sfumature. Anche la buccia si può mangiare.

Nonostante sia un ottimo frutto da mangiare, la guava ricopre anche un’importante funzione di antiossidante.
La sua caratteristica principale, infatti, è quella di avere u carico di Vitamina C superiore a quello delle arance. Data la sua concentrazione di Vitamina C (soprattutto nella buccia), questo frutto era ideale, i passato, per prevenire lo scorbuto alle ciurme nei viaggi tra le americhe e l’Europa.
La guava, ha inoltre forti concentrazioni di flavonoidi e sali minerali (come potassio, rame e fosforo) che, come ormai noto, recano tanti benefici all’organismo.
Anche i piccoli semi della guava sono commestibili, sebbene siano duri e non andrebbero masticati.

Giù dai tempi remoti erano note le sue proprietà benefiche, soprattutto contro vomito e diarrea. Vediamo, quindi, alcune delle sue principali proprietà:

  • È un antiemetico
  • Svolge una funzione lassativa
  • È un antidolorifico
  • Ha proprietà antibatteriche
  • È considerata ricca di sostanze antitumorali
  • Aiuta ad abbassare la pressione alta 
  • Fa bene a stomaco e pancreas
  • Ha proprietà antivirali
  • Fa bene all’intestino
  • È un antiossidante

La guava è un straordinario frutto, molto utile a tutto il corpo. Le sue concentrazioni di vitamine e sali, infatti, la rendono un potente anti età, aiuta l’assorbimento del ferro, previene le malattie del colon (di cui protegge le pareti e mucose) e del sistema gastrointestinale. Si occupa del benessere di stomaco e pancreas, è utile nel contrastare alcuni tipi di cellule tumorali, e combatte il diabete di tipo due…

Il suo apporto di fibre e sali minerali, aiutano a regolare il transito intestinale, e talvolta fungono da lassativo naturale. La guava è, come già detto, un antiossidante potente, grazie al potassio, alle vitamine e fibre, e al carico di acqua che apporta all’organismo. Combatte i radicali liberi e l’ipertensione, aiuta la rigenerazione cellulare, ma è anche ottimo aiuto contro infezioni e mal di denti. Da recenti studi effettuati, pare che la guava abbia la possibilità di lenire alcuni tipi di ulcere, contrastare la dismenorrea e curare le malattie dell’epidermide.

Coltivata prevalentemente nelle Filippine e nei paesi arabi, vi sono diverse varietà di Guava, più di 150, in effetti, eccone alcune:

  • Guisaro
  • Cattley Guava
  • CostaRica Guava
  • Strawberry Guava
  • Rumberry

Calorie e valori nutrizionali della guava

guava
fonte foto: Adobe Stock

Questi sono i valori medi per una quantità di 100 g. di guava:

  • Calorie: 68
  • Acqua: 81 g
  • Proteine: 3 g
  • Carboidrati: 14 g
  • Zuccheri: 9 g
  • Grassi: 1 g
  • Vitamina C: 230 mg
  • Calcio: 18 mg
  • Potassio: 417 mg
  • Ferro: 0,2 mg
  • Fibra: 5,5 g
  • Sodio: 2 mg

Ovviamente questi valori non vanno intesi come assoluti. In base alla varietà scelta, infatti, alcuni valori potrebbero essere un po’ diversi. Questa è comunque una media piuttosto attendibile che da l’idea delle tante proprietà di questo frutto.

Controindicazioni
L’assunzione di guava, potrebbe accentuare la funzione di alcuni farmaci utilizzati nel trattamento del diabete di tipo 2 e di alcuni lassativi.
Pur non presentando particolari problematiche dovute all’assunzione, ad esclusione, ovviamente, di reazioni dirette alla pianta di guava o alle Mirtacee, questo frutto, non va assunta in dosi massicce o potrebbe causare fastidiosi effetti lassativi.
In ogni caso consigliamo sempre di rivolgersi al proprio medico curante per ogni eventuale problema o dubbio in merito.

Come assumere la Guava

guava
fonte foto: Adobe Stock

La guava, come tutti i frutti tropicali, viene prevalentemente consumata fresca. Impreziosisce, macedonie e tagliate di frutta, ma anche composte, succhi, confetture, dolci al cucchiaio e gelati.
La guava in molti paesi dell’Asia, viene servita come street food, semplicemente tagliata e spolverata con zucchero e spezie. Questo sottintende che il frutto si presta ad essere gustato sia dolce che salato che agrodolce. Con salsa di soia, o peperoncino, nei panificati o nelle torte, ma è anche possibile creare salse per carni e pesci. È anche possibile aromatizzare i cocktail con la guava.