Se hai questi sintomi potresti soffrire di artrite: scopri quali sono

artrite sintomi
Adobe Stock

L’artrite è una malattia cronica che colpisce le articolazioni: se hai questi sintomi probabilmente potresti soffrirne. Scopri quali sono.

artrite sintomi
Adobe Stock

L’artrite è una patologia che colpisce le articolazioni causando un’infiammazione che provoca dolore di entità più o meno grandi, anche con ripercussioni sulla mobilità.

Le forme più gravi di artrite possono arrivare a deformare le articolazioni compromettendo la capacità di svolgere anche le più semplici azioni quotidiani.

Si tratta di una malattia cronica e nelle forme più gravi invalidante che generalmente colpisce le persone anziane, ma non solo, anche i bambini possono soffrire di artrite, così come gli adulti. Scopriamo allora quali sono i sintomi dell’artrite.

Cos’è l’artrite e tipologie

artrite sintomi
Adobe Stock

L’artrite, secondo le indagini multiscopo Istat, condotte in vari anni, ha colpito il 17,3% della popolazione nel 2010, subendo un leggero calo nel 2017 arrivando al 16,1%.

Negi Stati Uniti invece una persona su 5 soffre di una tipologia di artrite e tale patologia è  al primo posto sia negli Stati Uniti, sia in Europa come causa di disabilità nella popolazione, soprattutto in quella più anziana.

Si tratta di una malattia cronica e persistente nel tempo che si caratterizza per provocare un’infiammazione alle varie articolazioni. Si differenzia dell’artrosi, anch’essa caratterizzata dal dolore e rigidità nei movimenti ma che è una malattia degenerativa. Quest’ultima insorge dopo i 50 anni e si associa ad alcune forme di artrite. Entrambe sono comunque due malattie reumatiche.

Esistono inoltre, diverse forme di artrite, tra le più diffuse ci sono, come si legge nel sito dell’Istituto superiore di sanità:

  • artrite reumatoide una malattia infiammatoria e autoimmune che non interessa solo le articolazioni ma anche altri tessuti e organi. Accade che il sistema immunitario aggredisce determinate articolazioni, causando dolore e gonfiore. Nelle persone con l’artrite reumatoide possono svilupparsi complicazioni a carico di altri organi e tessuti dell’organismo”
  • spondilite anchilosante, malattia infiammatoria a lungo termine che colpisce principalmente ossa, muscoli e legamenti della colonna vertebrale e può dar luogo a rigidità e fusione delle articolazioni”. 
  • spondiloartriti, tipi di artriti che interessano la colonna cervicale, la colonna vertebrale, il bacino”
  • fibromialgia, malattia che causa dolori a livello dei muscoli, dei legamenti e dei tendini”
  • lupus, malattia autoimmune che può interessare diversi organi e tessuti del corpo”
  • artrite psoriasica, infiammazione articolare che può colpire le persone con psoriasi”
  • gotta, tipo di artrite causato da livelli eccessivi di acido urico nel corpo e nelle articolazioni”. 
  • artrite enteropatica, forma di artrite cronica, infiammatoria, associata alle Malattie infettive croniche intestinali quali: colite ulcerosa e morbo di Crohn”
  • artrite secondaria, forma di artrite che può svilupparsi a seguito di un trauma articolare, e che a volte può comparire molti anni dopo l’evento traumatico”.
  • polimialgia reumatica, condizione che colpisce soprattutto individui sopra i 50 anni. Causa dolori e rigidità muscolari, generalmente nell’area delle spalle e delle parti superiori delle gambe”.
  • artrite reattiva, forma di artrite che può causare infiammazione alle articolazioni, agli occhi e all’uretra”.
  • artrite settica, artrite secondaria a un’invasione dello spazio articolare da parte di microrganismi in grado di causare malattie”.

Se hai questi sintomi potresti soffrire di artrite

artrite sintomi
Adobe Stock

A seconda della tipologia di malattia si possono avere diversi sintomi. I più comuni generalmente, secondo quanto si legge sul sito Issalute.it, sono:

  • “dolore, sensibilità o rigidità delle articolazioni
  • infiammazione alle articolazioni e/o nelle aree circostanti
  • limitata mobilità delle articolazioni
  • pelle calda e arrossata presso l’articolazione colpita
  • debolezza e perdita di tono muscolare”

(Fonte: Issalute.it)