Israele, la campagna vaccinale entra nel vivo: 800mila immunizzati

Israele, cresce il numero di persone immunizzate dopo l’arrivo delle prime dosi del vaccino. L’obiettivo, secondo le stime del Governo, è arrivare a 2 milioni e mezzo di persone entro la fine di gennaio. I dati.

(Getty Images)

Israele si conferma come Paese leader al mondo per numero di persone immunizzate dopo l’arrivo del vaccino contro il COVID-19. Quasi 800mila le persone immunizzate finora con la prima dose, solo ieri – rende noto il Ministro della Sanità Yuli Eldstein – sono state somministrate 150mila dosi. Numeri che superano di poco la media indicata inizialmente dal Governo.

Israele, quasi 800mila persone immunizzate: i numeri della campagna vaccinale

vaccino Pfizer
(Getty Images)

Malgrado lo stanziamento delle prime vaccinazioni, il numero di casi nel Paese continua ad aumentare rispetto all’inizio della pandemia: quasi 480mila contagi, quindi a Tel Aviv – in piazza Rabin – verrà aperto un centro vaccinazioni allestito dal Comune con la collaborazione dell’ospedale Ichilov per proseguire l’immunizzazione degli over 60. Il Presidente Netanyahu ha assicurato che l’obiettivo primario è arrivare almeno a due milioni e mezzo di persone immunizzate entro la fine di gennaio.

La Polizia, nel frattempo, continua a far rispettare le regole anti-assembramento: con l’avvento del Capodanno, infatti, saranno oltre 2000 gli agenti che avranno il compito di vigilare per far rispettare le restrizioni imposte dal lockdown. Israele si conferma apripista nell’ultima parte della lotta al Coronavirus.