Pastelli pennarelli , qual’è la soluzione migliore per i nostri bambini?

I pennarelli sono la soluzione più facile, i pastelli invece quella più logica per far cominciare a colorare un bambino. Ecco perché

Adobestock

Quando un bambino inizia ad avere la manualità giusta e la voglia di disegnare, con cosa è meglio farlo cominciare? Un dubbio che hanno molti genitori ma che dovrebbe venire anche agli insegnanti: pastelli o pennarelli non sono la stessa cosa e cercheremo di spiegarvi perché i pastelli sono molto meglio.

Partiamo dall’utilizzo dei pastelli: un pennarello è sicuramente molto più semplice da usare ma proprio per questo non richiede nessuno sforzo da parte del bambino. Invece i pastelli sono perfetti perché il bambino dovrà concentrarsi e trovare una regola adatta per disegnare. La prima è quella di

muovere la sua mano nel modo corretto e quindi di impugnare bene quello che tiene.
Il pennarello è certamente più pratico ma non aiuterà mai il bambino ad imparare a disegnare. Inoltre sporca molto più dei pastelli, lascia tracce che non vorremmo mai vedere anche sulla scrivania, magari pure per terra o sui mobili. Insomma, un mezzo disastro che possiamo tranquillamente evitare. Inoltre i pastelli a cera risultano molto più visibili di quelli normali su legno e cartoncino.

Pastelli, la scelta giusta per il bambino: tutti i vantaggi

I pastelli aiuteranno anche il bambino a tracciare le linee corrette (non importa quanto precise, non è quella l’età giusta per correggerlo) utilizzando anche la giusta posizione della mano. Inoltre imprimerà un tratto che gli servirà anche in futuro. Uno dei vantaggi per i pastelli infatti è che rilasciano il colore sul foglio soltanto se impugnati nel modo corretto. Quindi quando glie li fate usare, seguiteli soprattutto se le prime volte non riescono.

Sicuramente le prime volte che avranno in mano i pastelli per i bambino non sarà facile. Ma proprio per questo ci siete voi, ad incoraggiarli e correggerli. Sbagliare è uno dei metodi più efficaci per imparare e con i pastelli, almeno all’inizio sbaglieranno parecchio. Allo stesso modo però abituatevi, quando invece fanno la cosa giusta, a complimentarvi con loro. Provate e riprovate, alla fine il bambino capirà come fare e non avrà più bisogno di essere seguito passo dopo passo.

Coronavirus | 5 attività da fare a casa con i bambini
Fonte foto: Pixabay

E poi, disegnare con i pastelli aiuta il bambino anche ad entrare più facilmente nel mondo dei colori. Cominciate con quelli basilari, quelli che vede tutti i giorni n casa oppure nella natura che lo circonda. Il bianco e il nero, il giallo e l’arancione, il marrone e il grigio, il verde e il blu, il rosso e il viola. Partite così e vedrete che in poco tempo arriverete a risultati veri.