L’odore del cavolfiore vi infesta la casa? Eliminatelo così

Il cavolfiore fa bene alla salute per mille motivi ma c’è ancora chi non sopporta l’odore in cottura. Usate questi trucchi e risolverete

pixabay

Non è colpa sua, ma della sua natura. Però nonostante tutti gli aspetti positivi del cavolfiore che è ricco di vitamine (soprattutto A e C), acido folico, minerali e fibre, c’è un problema di fondo: l’odore che si sparge in tutta la casa e non tutti sopportano. E allora come possiamo fare per eliminare l’odore del cavolfiore direttamente in cottura? Esistono dei rimedi facili per riuscire a cucinarlo e mangiarlo senza problemi?

Non dobbiamo pensare di rinunciare a tutti i suoi benefici solo per quel cattivo odore che effettivamente è penetrante. L’esperienza e i rimedi della nonna però ci suggeriscono diverse vie per rimediare. Sono soluzioni semplici, che potete adottare sempre e non hanno bisogno di cure particolari.

Uno dei trucchi più comuni per la cottura inodore del cavolfiore eliminando completamente la puzza, o almeno sentirla mena intensamente e a lungo, è aggiungere ingredienti nella pentola. Come un bicchiere di latte freddo, che ha due funzioni: assorbe un po’ del cattivo odore (senza incidere sul suo gusto finale) ed evita anche che si annerisca in cottura. In alternativa potete aggiungere all’acqua di cottura due noci, precedentemente lavate, oppure una patata o ancora qualche foglia di alloro.

Dalla pentola a pressione al sacchetto di carta, gli altri rimedi

cavolfiore Fonte:Pixabay

Allo stesso modo la saggezza popolare suggerisce di utilizzare una fetta di pane, meglio quello casereccio. Inzuppatela nell’aceto bianco oppure succo di limone e poi inseritela direttamente nella pentola, Anche in questo caso il cavolfiore non prenderà quell’odore, ma sarà mitigato il suo e quindi più facile da sopportare.

Se utilizzate la pentola a pressione, tipo di cottura altamente consigliata, mettete una fetta di pane piena di mollica direttamente sulla valvola di sfogo. Così il vapore sarà assorbito dal pane e si disperderà meno nell’ambiente. Ma perché utilizzare la pentola a pressione? Intanto perché ci mette tempo per cucinarlo attenuando e anche perché riduce al minimo la dispersione di tutte le sue proprietà nutrienti.
Altri trucchi che arrivano dalla saggezza popolare sono legati al coperchio. Lo potete avvolgere direttamente in un sacchetto di carta, quelli che usate per il pane. Oppure con un canovaccio leggermente umido. In entrambi i casi sarà più facile fare assorbire almeno in parte gli odorin che escono dalla pentola.

Cuocere il cavolfiore
cavolfiore

Sono tutti metodi facili, da provare per cercare quello migliore e più efficace. Valgono per il cavolfiore così come per altre verdure particolarmente odorose, come i broccoli, i cavoletti di Bruxelles, le cime di rapa. Adesso che conoscete questi rimedi non avete più scuse: cucinate il cavolo, vi fa bene.