Fondi Europei, equilibri di Governo a rischio: Renzi avverte Conte

Mastella, parole al vetriolo contro Renzi Renzi (Facebook)
Mastella, parole al vetriolo contro Renzi Renzi (Facebook)

Matteo Renzi di Italia Viva pronto al braccio di ferro con il Premier Conte sulla gestione dei fondi europei. 200 miliardi in arrivo e gli equilibri di maggioranza vacillano.

Matteo Renzi, polemica con Conte su gestione fondi europei (Getty Images)
Matteo Renzi, polemica con Conte su gestione fondi europei (Getty Images)

L’emergenza sanitaria è arrivata ad uno snodo cruciale in Italia, quello relativo al Recovery Found e alla gestione dei fondi europei che dovranno arrivare nel nostro Paese per approntare e affrontare la ripresa economica e sociale dello Stato. La battaglia al COVID-19 sembrerebbe essere giunta al suo “ultimo miglio”, parafrasando il Ministro della Salute Speranza, per questo occorre tenere duro e impegnarsi al massimo su tutti i fronti.

Se il vaccino dovrebbe giungere ad inizio anno nel Paese, la questione legata ai fondi europei appare più complessa: 200 miliardi a disposizione e come gestirli, si mette di mezzo Italia Viva che vorrebbe maggior considerazione da parte del Premier: “Abbiamo sfiduciato Salvini tempo fa perché chiedeva pieni poteri, ora non vogliamo darli a Conte”, ammonisce il leader di Iv dalle pagine de “El Pais”.

Italia Viva, Renzi avverte: “Pronti a far cadere il Governo”

Matteo Renzi potrebbe far cadere il Governo (Facebook)
Matteo Renzi potrebbe far cadere il Governo (Facebook)

La faccenda, in realtà, è più complessa perché non c’è solo Italia Viva che si oppone alla linea del Presidente del Consiglio che medita una cabina di regia con pochi e capaci eletti nella gestione di un patrimonio così importante. Nodo che coinvolge anche le opposizioni che chiedono maggior trasparenza a Conte e alla maggioranza: in primis Salvini e Meloni, i quali accusano il Governo di snaturare il dibattito con prese di posizione eccessivamente autoritarie.

“Sta andando contromano su un’autostrada, è pericoloso. Pronti a far cadere il Governo se Conte non si ravvede su questa decisione: non può pensare, con il pretesto dell’emergenza, di cambiare il meccanismo del dibattito sulle regole istituzionali. Molti che obiettano in pubblico, privatamente, mi rivelano che si trovano d’accordo con il disappunto del nostro partito. Le nostre critiche alla linea di Governo hanno un fondamento, chiarisce Renzi sulle colonne del quotidiano spagnolo.

Intanto dall’Italia arrivano i commenti di Zingaretti e Di Maio che fanno quadrato: “La maggioranza non cadrà in un momento come questo”. Anche se, a dirla tutta, gli equilibri dell’Esecutivo sembrerebbero essere appesi a un filo sempre più sottile.