“Mai far bollire l’acqua due volte per preparare il tè” è un errore gravissimo

Photo AdobeStock

Se commetti questo errore vieni meno ad uno degli 11 principi della preparazione dell’ottimo tè. Scopri perché non dovresti più bollire l’acqua due volte.

Photo AdobeStock

Sapevi che se ti avanza dell’acqua bollente per il tè dovresti buttarla? Secondo alcuni esperti l’errore più grande che tu possa commettere nel preparare il tuo tè sarebbe quello di bollire l’acqua due volte, e il motivo non è affatto scontato.

Consigli per preparare un ottimo Tè

Photo AdobeStock

Se sei un amante del tè ti sarà capitato di berne più di uno al giorno e magari di preparalo a distanza usando l’acqua bollita precedentemente. Non importa cosa tu abbia usato per bollire l’acqua, secondo gli esperti di tè questo è un errore madornale che molte persone commetterebbero e che ti impedirà di gustare un tè degno dei più grandi esperti di tè al mondo, inglesi e giapponesi.

Ogni appassionato di tè conosce i suoi segreti di preparazione, perché ottenere un tè eccellente non è così semplice e scontato come molti immaginano. Se pensi che basta bollire dell’acqua e versarla sulla bustina di tè dovrai ricrederti. George Orwell, autore inglese di fama mondiale, nonché grande appassionato di questa bevanda, il 12 Gennaio 1946 scrisse un articolo per il quotidiano Evening Standard in cui elencò gli 11 principi della preparazione del tè.

11 principi sarebbero alla base della preparazione di un ottimo tè. Questi principi riguarderebbero l’intero processo, dal riscaldamento dell’acqua all’agitazione delle foglie, al modo di versarla. Una delle sue regole d’oro diceva: “Una tazza di tè forte è meglio di venti leggere. Al vero amante del tè non piace solo il tè forte, ma un po’ più forte ogni anno che passa” e quando George Orwell parlava di tè di qualità si riferiva al tè rigorosamente indiano, l’unico in grado di stimolare saggezza, coraggio e ottimismo.

George Orwell aveva le idee molto chiare in fatto di tè. Riassumendo i suoi principi erano i seguenti:

  • il tè dovrebbe essere indiano
  • preparato in piccole dosi, meglio se in singole teiere di porcellana o terracotta
  • non bisogna mai usare teiere d’argento
  • la teiera deve essere riscaldata prima di usarla lavandola sotto l’acqua calda
  • il tè deve essere forte quindi la teiera non deve essere riempita più del necessario di acqua
  • il tè deve essere sfuso e messo nella teiera senza usare filtri
  • l’acqua deve bollire mentre si incontra col te, l’acqua che si intende usare per il tè non andrebbe mai tolta dal fuoco prima.
  • dopo aver fatto incontrare acqua bollente e tè la teiera andrebbe agitata bene, il fuoco spento e bisognerebbe attendere che le foglie si depositino.
  • il tè va gustato in una tazza da colazione, quindi cilindrica.
  • se si vuole aggiungere del latte, il latte va privato della crema e poi aggiunto
  • infine il tè andrebbe bevuto senza zucchero per gustare il vero sapore.

Facendo capo all’esistenza di ben 11 principi per preparare il tè, il Daily Mail ha ciesto il parere e le raccomandazioni di uno dei massimi esperti di tè, ovvero William Gorman, presidente dell’Associazione del tè e degli infusi. Tra le varie raccomandazioni dell’esperto ne è emersa una mai sentita prima, “mai bollire l’acqua due volte “.

Perchè mai bollire l’acqua due volte arrecherebbe un danno al tè? Secondo l’esperto di tè e tisane bollire la stessa acqua due volte “rimuove l’ossigeno e l’azoto in essa contenuta e offusca il gusto del tè” , avverte. Ancora più sorprendente è la scelta del mezzo preferito per portare a bollore l’acqua: il microonde.

Avresti mai immaginato che un esperto consigliasse di preferire l’uso del microonde per riscaldare l’acqua per ottenere un tè perfetto? “Mettilo nel microonde per 15-20 secondi se vuoi bere un tè a regola d’arte” afferma Gorman dall’alto della sua esperienza precisando: “Questo non avrà alcun impatto sul sapore perché rimetterà a posto le molecole”. L’esperto aggiunge anche che facendo bollire l’acqua due volte, si attiva un processo chimico che rovina l’aroma del tè.

Ma le sorprese non finiscono qui, l’esperto consiglia di aggiungere del rosmarino al tè se si desidera dargli un tocco di originalità.

Photo AdobeStock

I due esperti di tè, Geroge Orwell e William Gorman hanno una concezione differente riguardo alla preparazione di un tè eccellente ma condividono un punto in comune: mai riutilizzare dell’acqua bollente.  Orwell diceva consigliava chiaramente di attenersi alla quantità d’acqua necessaria in onor di un aroma unico e forte, come quello che ogni tè degno di questo nome dovrebbe avere.