Telegram: l’app può essere pericolosa, scopri come la stai usando

Siete soliti usare Telegram? Attenzione questa app potrebbe essere molto pericolosa se non si sa come usarla nel modo migliore.

Telegram
Photo AdobeStock

Questa app di messagistica sta diventando sempre più popolare. Nata dopo WhatsApp alcuni ritengono che Telegram sia una app di messagistica digitale molto soddisfacente ma in molti ancora ignorano i suoi potenziali pericoli nel caso in cui venga usata male. Prima di avvalersi di questa app sarebbe il caso di imparare ad utilizzarla nel modo migliore. Scopri tutto quello che dovresti sapere prima messaggiare via Telegram.

Telegram: istruzioni d’uso per evitare problemi

Telegram
Photo AdobeStock

Telegram è una app di messagistica divenuta molto popolare e apprezzata soprattutto per la sua attenzione verso la tutela della privacy del suo utilizzatore. Questa app consente l’auto distruzione di video e messaggi impostando i secondi di visualizzazione concessi al destinatario del messaggio. In questo modo è possibile inviare foto e video dal contenuto segreto e impedire al destinatario di salvarli o riutilizzarli in seguito. Ma come spesso succede, esiste anche un lato oscuro in ogni cosa e non tutti conoscono quello di Telegram ed il suo potenziale pericolo. Se non usata correttamente questa app potrebbe perfino crearvi problemi con le Forze dell’Ordine, data l’entità del pericolo che si corre meglio approfondire la questione.

Perchè Telegram rappresenta un pericolo?

Telegram è un app di messagistica valida, facile e molto apprezzata. Ad oggi è la degna avversaria di WhatsApp nell’ambito della messaggistica digitale.

Da quando è stata creata i suoi ideatori hanno sempre enfatizzato la sua più grande forza, l’attenzione verso la protezione del suo utilizzatore. Questa app sarebbe la più efficiente a garantire la riservatezza del suo utilizzatore ed in effetti è così. A differenza di altre app di messagistica, Telegram consente di registrarsi utilizzando nomi diversi dal proprio, inoltre consente di avvalersi di chat che possono essere eliminate su entrambi i telefoni  e quindi non lasciano traccia della loro esistenza.

Il principale pericolo che riguarda Telegram riguarda i GRUPPI. Telegram da la possibilità di creare gruppi privati e contemporaneamente offre la possibilità di unirsi e partecipare a gruppi pubblici.

In questi gruppi le persone possono condividere documenti e video. Per entrare in un gruppo privato basta inserire una parola chiave, ad esempio ricette nel motore di ricerca, si apriranno tutti i gruppi dedicati a questo tema, inoltre si ha la possibilità di entrare e dare una sbirciatina all’interno del gruppo e se rispecchia il nostro interesse possiamo decidere di unirci al gruppo semplicemente cliccando su UNISCITI. Per far parte di un gruppo pubblico bisogna ricevere un invito attraverso l’invio di un link in una chat privata.

Dove risiede il pericolo? Questi gruppi, soprattutto quelli privati, possono essere il veicolo di diffusione di messaggi ritenuti criminali. Rientrano in questo ambito contenuti pedopornografici e contenuti classificati revenge porn. Inoltre si possono utilizzare questi gruppi per diffondere messaggi di vendita di sostanze stupefacenti e perfino messaggi legati al terrorismo.

Purtroppo, aprire uno di questi messaggi o essere uno spettatore potrebbe renderti perseguibile di reato dalle Forze dell’Ordine, la legge non ammette ignoranza quindi bisogna essere sempre vigili quando si decide di unirsi ad un gruppo.

Telegram
Photo AdobeStock

Qualora notaste messaggi poco trasparenti meglio abbandonare il gruppo. Prestate altrettanta massima attenzione nel caso in cui riceviate l’invito per partecipare ad un gruppo privato, questo anche nel caso in cui l’invito arrivi da parte di persone conosciute, potreste correre lo stesso rischio.