Sai come si produce il costoso caffè Black Ivory? È disgustoso!

Caffè black ivory
(Pexels)

Esistono molte specie pregiate di caffè e il caffè Black Ivory è uno di questi: si produce esclusivamente in Thailandia e costa moltissimo, ecco perché.

Caffè black ivory
(Pexels)

Può essere prodotto in quantità limitate e moltissima materia prima (cioè moltissimi chicchi di caffè) vanno completamente perduti durante il processo.

Il nome della qualità del caffè, cioè “Avorio Nero” deriva dal fatto che per rendere il caffè più aromatico e meno amaro si utilizza una particolare tecnica di “lavorazione” che prevede l’utilizzo dei succhi gastrici degli elefanti le cui zanne sono appunto fatte d’avorio.

Forse gli animalisti stanno già rabbrividendo pensando a quanti elefanti possono venire uccisi nel processo di produzione di questo tipo di caffè, per estrarre i loro succhi gastrici. Le cose fortunatamente (per gli elefanti) vanno in  maniera molto diversa.

Per produrre il caffè Black Ivory, infatti, gli elefanti servono vivi e in ottima salute, soprattutto con una buona regolarità intestinale.

Black Ivory: il caffè “lavorato” direttamente dagli elefanti

Elefante
(Pexels)

Al fine di produrre un chilo di Black Ivory è necessario utilizzare 33 chili di caffè tostato. Il caffè viene utilizzato per nutrire i soli 20 elefanti al mondo utilizzati a questo scopo, quindi degli operai specializzati nel setacciare la cacca degli elefanti si lanciano alla ricerca dei chicchi di caffè sopravvissuti.

Questi chicchi, opportunamente lavati e trattati, vengono poi macinati per ottenere la pregiatissima qualità di caffè Black Ivory, che viene venduto all’esorbitante cifra di 1100 Dollari al Kg. Non è un caso che questa rarissima qualità di caffè sia considerata attualmente il caffè più costoso del mondo.

A causa del suo costo esorbitante questa qualità di caffè, particolarmente dolce a causa dell’azione dei succhi gastrici degli elefanti, viene utilizzata soltanto negli alberghi a cinque stelle tra la Thailandia e le Maldive, località famose per il turismo internazionale di lusso. I veri intenditori di caffè, o coloro che almeno una volta nella vita vogliono provare l’esperienza, possono acquistare una tazzina di caffè Black Ivory al modico prezzo di 50 Dollari.

Tra le altre cose, per realizzare un caffè che sia in grado di esaltare appieno le proprietà aromatiche dei chicchi “espulsi” dagli elefanti non si può utilizzare una macchinetta del caffè tradizionale (cioè una moka) o una macchinetta da bar. I produttori consigliano di utilizzare una speciale macchina per il caffè che può anche essere acquistata e che, come c’era da aspettarsi, non è affatto economica (oltre a non sembrare molto comoda).

Alle spalle di questa costosissima (e onestamente disgustosa) produzione di caffè c’è però una buona causa. Il caffè Black Ivory viene prodotto esclusivamente dalla Golden Triangle Asian Elephant Foundation e l’8% dei ricavi viene utilizzato per sovvenzionare le operazioni a tutela degli elefanti.