Pelle Matura: come gestire ed evitare la comparsa di macchie scure

La pelle matura è soggetta alla comparsa di antiestetiche macchie scure che è possibile combattere attraverso strategie cosmetiche precise: ecco le migliori.

Macchie scure pelle matura
(Instagram)

Le macchie scure compaiono inevitabilmente con l’età matura, soprattutto sul viso delle donne dalla carnagione chiara e dai capelli scuri. 

Le macchie e le discromie che compaiono sul viso sono causate da un’sollecitazione eccessiva della melanina, che è notoriamente il pigmento che scurisce la pelle “reagendo” ai raggi solari.

Le cause delle macchie scure sulla pelle del viso, però, possono essere piuttosto varie. Chiazze più scure ossono comparire a seguito delle variazioni ormonali che le donne attraversano durante la gravidanza: in questo caso più che di macchie vere e proprie  il viso si ricopre di ampie zone scure che prendono il nome di melasma.

Un’altra causa che non bisogna sottovalutare è la predisposizione genetica: alcune donne sono più predisposte di altre a sviluppare macchie solari e melasma. Altre più fortunate invece possono prendere il sole senza che la pelle venga intaccata da macchie più scure.

Il modo migliore per evitare la comparsa di macchie solari è quello di utilizzare sempre creme solari ad alto fattore di protezione. Anche se questo tipo di protezione si utilizza soprattutto d’estate è sempre bene applicarle sul viso anche d’inverno, in maniera che la pelle non venga aggredita dai raggi solari anche quando non ci rendiamo conto di essere esposte al sole, come durante una giornata autunnale dal cielo coperto.

A volte però la comparsa delle macchie scure sulla pelle matura è assolutamente inevitabile. In questo modo l’unico modo per gestirle è schiarirle con appositi trattamenti cosmetici e successivamente nascondere le più resistenti con un trucco ad hoc.

Come schiarire le macchie scure, nemiche della pelle matura

Macchie scure pelle matura
(Instagram)

Le macchie scure possono essere trattate grazie a gesti di skin care quotidiana. Molto utili a questo fine sono i trattamenti esfolianti che utilizzano esfolianti chimici per “sciogliere” delicatamente lo strato superficiale dell’epidermide, quello in cui si accumula la melanina.

Ideali sono trattamenti a base di acidi della frutta oppure di acido glicolico. Un’altra sostanza presente nella frutta e ottima per combattere l’iperpigmentazione della pelle è la vitamina C. Questa vitamina inibisce inoltre l’enzima tirosinasi, che stimola la produzione di melanina da parte dell’organismo. Utilizzare creme idratanti nella cui formulazione sia compresa anche la vitamina C è una scelta assolutamente consigliabile.

Altri trattamenti molto efficaci sono costituiti dalle creme cheratolitiche, che vengono utilizzate per lo più al fine di rimuovere calli, duroni, occhi di pernice e altri ispessimenti della pelle. Uno degli agenti cheratolitici più efficaci e utilizzati è l’acido salicilico.

Se le macchie sono piuttosto chiare e poco numerose è possibile ridurle anche utilizzando un esfoliante meccanico come lo scrub, da eseguire una o al massimo due volte alla settimana. Rimuovere lo strato superficiale della pelle, formato per lo più da cellule morte o in via di sostituzione, conferirà inoltre alla pelle del viso un aspetto più omogeneo, giovane e compatto.

Correggere le macchie scure con il make up

pelle matura idratazione
(Pexels)

Le macchie scure della pelle possono essere camuffate con il make up in gran parte dei casi, anche se bisogna immediatamente specificare che si potrà ottenere un risultato certo soddisfacente, ma non si potrà far letteralmente sparire le macchie grazie a strati e strati di fondotinta.

Utilizzare molto fondotinta sulla pelle matura è sconsigliato per vari motivi: il principale è che grosse quantità di prodotto tendono ad accumularsi inevitabilmente nelle rughe di espressione e nei pori inevitabilmente dilatati che caratterizzano la pelle matura. Inoltre, l’utilizzo di troppo prodotto darà inevitabilmente alla pelle del viso lo sgradevole “effetto maschera” che è strettamente necessario evitare da una certa età in poi.

Per nascondere le macchie scure più evidenti ed estese si può ricorrere all’applicazione di un sottile strato di fondotinta giallo molto coprente, da utilizzare in piccole dosi e da applicare rigorosamente con le dita, in maniera da facilitare lo scioglimento del prodotto e favorire un’applicazione omogenea sulla pelle. Si tratta di un’ottimo stratagemma sia per mascherare macchie di piccole dimensioni sia per gestire zone scure un po’ più estese che si generano, come abbiamo accennato, soprattutto durante la gravidanza.

Dopo aver applicato il correttore è fondamentale attendere qualche secondo che il correttore si fissi e quindi utilizzare un fondotinta appropriato per la pelle matura.

Se le macchie continuano ad essere evidenti sotto il fondotinta, si può tornare ad utilizzare nuovamente il correttore, a patto di utilizzare sempre una minuscola quantità di prodotto per evitare, di nuovo, l’effetto maschera.

Per la copertura iniziale della macchia risulta appropriata la scelta di un correttore aranciato o color pesca. Per la seconda applicazione, cioè quella successiva alla stesura del fondotinta, occorre scegliere una tonalità di colore più vicina al colore dell’incarnato, appena più aranciata del fondotinta utilizzato.

Assolutamente fondamentale è poi l’applicazione della cipria, necessaria a fissare gli strati di prodotti fluidi che sono stati utilizzati per creare l’intero  make up.

Per Approfondire l’Argomento => Pelle Matura: come si presenta e come si cura la pelle “da adulti”?