Rassegna stampa 27 novembre: i principali quotidiani italiani

La rassegna stampa di oggi, venerdì 27 novembre. Ecco cosa titolano i principali quotidiani italiani sulle loro prime pagine.

rassegna stampa
Adobe Stock

Le prime pagine di oggi, sono dedicate principalmente al voto favorevole del centrodestra compatto allo scostamento di bilancio. Si parla di un avvicinamento di Pd con Fi.

Ancora dediche all’addio al re del calcio Diego Armando Maradona e tante le polemiche legate alla circostanza della sua morte. Le Regioni alpine ancora contro il governo, l’Ue ignora le richieste di Conte sulla chiusura comune delle stazioni sciistiche, gli operatori del settore chiedono la chiusura delle frontiere, visto che Austria e Svizzera non aderiranno alla chiusura. 

 

Rassegna stampa di oggi, venerdì 27 novembre: le prime pagine dei principali quotidiani italiani

rassegna stampa 18 novembre 2020
Adobe Stock

 

La Repubblica:

“A Conte l’aiuto della destra”

Berlusconi convince Salvini e Meloni a votare lo scostamento di bilancio. Zingaretti no al governissimo. Recovery, timori del ministro francese Le Maire sui ritardi italiani. Il Tesoro: il piano è a Palazzo Chigi.

La Stampa:

“Mes: sì alla riforma, no agli aiuti”

e ancora:

“Da Napoli a Buenos Aires il sabato di D10S: “Ci ha dato la felicità”

Il Fatto Quotidiano:

I partiti si compattano per fare danni

“Verso l’ammucchiata”

Centrodestra e giallorossi uniti per votare in parlamento l’aumento del debito pubblico. Non c’è da festeggiare: i soldi aiuteranno poco i lavoratori, ma garantiranno gli sprechi.

La Verità:

Sotto l’albero l’ennesima beffa

“Conte preso a palle di neve dall’Ue”

Da giorni Giuseppi invoca misure comuni sugli impianti sciistici. La Commissione: ” Scelte dei singoli paesi”. Settore abbattuto, Austria e Svizzera ridono. Le Regioni in coro: “Allora chiudiamo le frontiere”. Boccia surreale: “Gesù può nascere due ore prima”.

Il Messaggero:

“Scuole si riapre dopo la Befana” 

Regioni e sindaci contro il piano della Azzolina, l’esecutivo cede: chiusure fino al 7 gennaio. La Messa di mezzanotte è un caso, Boccia: “Gesù può nascere prima”. Terapie intensive in calo. 

Il Mattino:

“Napoli, in migliaia al San Paolo. Buenos Aires, scontri e feriti”

L’ultimo saluto a Maradona che ha chiesto di essere imbalsamato. Un milione alla casa Rosada. L’accusa dell’avvocato: lasciato solo per 12 ore. La drammatica domanda: poteva essere salvato? 

Il Manifesto:

“Tattica e distanza” 

Berlusconi rompe gli indugi e impone all’intero centrodestra il voto a favore dello scostamento di bilancio. Ma la vera manovra politica è l’avvicinamento tra Pd e Forza Italia per modificare gli equilibri del governo. In vista del Natale nuove misure restrittive. Le regioni contro la riapertura delle scuole a Dicembre: didattica a distanza fino a Gennaio.

Il Dubbio:

Il centrodestra vota compatto per lo scostamento di bilancio. Il premier Conte ringrazia.

“Lampi di unità nazionale” 

Berlusconi annuncia il voto favorevole di Fi. Lega e FdI si adeguano. Zingaretti frena: “Bene la convergenza ma nessun governissimo”. 

rassegna stampa
Pixabay

Vi auguriamo una buona giornata!