Virginia Raggi guarita dal Covid, pronta a tornare

Virginia Raggi, esauriti i 10 giorni di quarantena, è risultata negativa ai tamponi di controllo. Lo rivela lei stessa, pronta per ricominciare

Il 4 novembre scorso Virginia Raggi annunciava di essere positiva al tampone di controllo per il Coronavirus anche se asintomatica. Da allora la sindaca di Roma ha  osservato l’isolamento a casa, come prescritto dal protocollo, e passati i canonici dieci giorni ha anche effettuato il tampone di controllo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Virginia Raggi (@virginiaraggim5s)

Oggi la buona notizia che ha comunicato lei stessa via social: “Sono guarita dal Covid-19. Dopo giorni di isolamento domiciliare sono risultata negativa al tampone. In questi giorni ho lavorato da casa, domani tornerò in Campidoglio”.

Poi la Raggi ha voluto ringraziare che le è stata accanto, a cominciare dalla famiglia e dai medici, ma anche dal suo staff. Lei ne è uscita, ma il pensiero va a tutti quelli che invece stanno combattendo la loro personale battaglia contro il Covid-19 che non a tutti presenta lo stesso conto.

Ecco perché ancora una volta Virginia Raggi chiede a tutti di prestare la massima attenzione perché la battaglia è ancora in corso. Rispettare le regole, seguire alla lettera i protocolli, solo così l’Italia potrà uscirne.

Virginia Raggi abbraccia il figlio Matteo (Instagram)

L’immagine del giorno però è quella che ha postato il marito della sindaca, Andrea Severini. L’abbraccio con il figlio Matteo, 11 anni, che in questi giorni non aveva potuto vedere la madre: “A noi è andata molto bene, ci sono persone che stanno combattendo contro questo maledetto virus, il nostro pensiero va a loro e alle loro famiglie. Vi auguro di riabbracciarvi presto”.

Virginia Raggi è guarita, ora può pensare alla candidatura 2021 ancora a Roma

Ora che Virginia Raggi è guarita può tornare ad amministrare Roma e pensare anche alle Amministrative del 2021. Non c’è ancora una data, anche perché la prossima primavera al momento sembra troppo vicina, ma intanto sono cominciate le manovre per una delle poltrone più ambite d’Italia.

Nel centrodesta sembra un testa a testa tra Guido Bertolaso, sponsorizzato da Matteo Salvini, e Chiara Colosimo che invece piace molto a Giorgia Meloni. Per ora l’unico candidato invece del centosinistra, che però dece racciogliere amncora le adesioni, è l’ex ministro Carlo Calenda.