Tiziano Ferro piange a Domenica In per la nonna: Mara Venier commossa

tiziano-ferro-piange-domenica-in-
Tiziano Ferro piange a Domenica In - Screenshot da video

Tiziano Ferro piange a Domenica In ricordando la nonna: le parole del cantautore commuovono anche Mara Venier.

tiziano-ferro-piange-domenica-in-
Tiziano Ferro piange a Domenica In – Screenshot da video

Tiziano Ferro, in collegamento da Los Angeles per presentare il documentario Ferro e il suo ultimo disco “Accetto miracoli: l’esperienza degli altri” piange a Domenica In ricordando la nonna. Mara Venier ricorda il primo incontro con il cantautore di Latina durante il quale lui le chiese l’autografo per la nonna. “Quando mi hai vista la prima volta mi hai chiesto l’autografo per tua nonna. Ti manca?”, chiede Mara Venier.

Una domanda che fa riaffiorare tanti ricorda in Tiziano Ferro che non riesce a trattenere le lacrime tirando fuori le sue emozioni e quei dolci ricordi che lo accompagneranno sempre.

Tiziano Ferro ricorda la nonna a Domenica In

tiziano-ferro-piange-domenica-in-
Tiziano Ferro piange a Domenica In – Screenshot da video

Tiziano Ferro non nasconde il dolore per una mancanza importante nella sua vita, quella della nonna, ma che sta accettando e metabolizzando grazie alla fede. “L’accettazione è la cosa più complessa. Credo che non si possa essere credenti e prendere dell’essere credenti solo quello che ti pare. Quindi è da quando sono piccolo che credo in un posto migliore, che il fatto che il corpo non importa e che importa solo lo spirito e, quindi, a 40 anni, mi sento obbligato a non cedere a quest’assenza fisica”, dice con le lacrime agli occhi il cantautore.

“Poi sì mi manca, però, gli insegnamenti e l’amore non vanno mai via”, aggiunge ancora Tiziano che ironizza sulle sua lacrime. “Sei riuscita a farmi piangere anche stavolta”, aggiunge riferendosi a Mara Venier.

Il cantautore, poi, ricorda come sia stata la nonna ad insegnargli la spiritualità portandolo a messa la domenica. “L’unica cosa che lei voleva da me era che andassi a messa e io ci andavo volentieri perchè i sermoni erano quelli dei preti veri, semplici e parlvano di questo concetto di amore universale e quindi io sono rimasto sempre affezionato a questo Dio simpatico che amava tutti perchè il senso di colpa è uno dei sentimenti più inutili, che non portano a nulla e mia nonna era questo. Lei voleva solo accendere la candela, pregare e la sua gioia era avermi lì”, ricorda ancora.

“Quando è andata via, mi sono sentito obbligato a ricordare quello che lei mi ha insegnato perchè non posso essere diventato così credente senza praticare quindi se è vero che stai in un posto migliore, perchè me l’hai spiegato tu, io ci credo“, ha concluso il cantautore. Ancora una volta, quello che si è presentato a Domenica In, è un Tiziano Ferro a cuore aperto come quello che ha parlato dell’alcolismo.