Finta rapina alle Poste nel Bresciano: denunciata la direttrice

Inscena una finta rapina all’ufficio postale per coprire gli ammanchi di cassa. Scatta la denuncia per la direttrice della sede postale di Calcinato (provincia di Brescia): la dinamica criminosa sgominata dai Carabinieri.

Finta rapina alle poste, scatta la denuncia nel Bresciano (Getty Images)
Finta rapina alle poste, scatta la denuncia nel Bresciano (Getty Images)

Finta rapina all’ufficio postale, è successo nel Bresciano dove una direttrice della sede locale ha inscenato di aver subito un rapimento con il fine ultimo di regolare gli ammanchi della cassa. A sorprendere la donna i Carabinieri, che lei stessa aveva chiamato, i quali hanno provveduto a fare luce sul misfatto.

A non risultare credibile è stata la descrizione del rapinatore: eccessivamente raffazzonata e piena di incongruenze. Queste le parole usate dalla donna, raccolte dai giornalisti di Sky Tg24 accorsi sul posto: “Armato di taglierino – ha raccontato – mi ha costretto all’orario di chiusura a rientrare nell’ufficio postale, mi ha rubato l’incasso di 7.000 euro e mi ha chiuso a chiave dentro al bagno. Mi sono liberata rompendo la porta a vetri, ferendomi”.

Finta rapina alle poste, direttrice in manette nel Bresciano

Poste Italiane, denuncia per la direttrice della sede di Calcinato (Getty Images)
Poste Italiane, denuncia per la direttrice della sede di Calcinato (Getty Images)

Il racconto della (presunta) vittima non ha convinto le Forze dell’Ordine che hanno provveduto immediatamente a fare degli ulteriori controlli: dalle prime ricostruzioni è emerso che la direttrice della sede di Calcinato avrebbe approfittato della sospensione dei controlli di cassa – motivi precauzionali anti Covid – per trattenere in diverse occasioni del denaro. Somma che poi non sarebbe più stata in grado di restituire, da qui l’idea del finto rapimento. Andata tutt’altro che a buon fine: è partita, infatti, immediatamente la denuncia per la responsabile del gesto criminoso.