Le password che utilizziamo di più e il loro significato nascosto

Scopri quali sono le password che solitamente utilizziamo per proteggere i nostri account e cosa rivela la loro scelta.

Scalta della password
Password Photo Adobe Stock

Utilizziamo tantissime password nell’arco della giornata per accedere con sicurezza alla nostra mail, ai diversi siti web, alle diverse app. Riuscire a rubare una passward significa derubare una persona della propria identità per questo dovremmo scegliere ogni password con accuratezza e  fare in modo che sia difficile da captare.

ll provider di servizi di posta elettronica Microsoft a seguito di numerosi furti di password di accesso constatati sul servizio Hotmail ha condotto una indagine per riuscire a garantire maggiore tutela ai suoi utenti. Sono state analizzate le password che vengono solitamente utilizzate dagli utenti di Internet per accedere ai loro account dagli esperti della società di sicurezza di rete Acunetix. Questi hanno stilato un elenco di circa 10.000 password e hanno analizzato a fondo la scelta e il significato delle password più comuni.

Password che utilizziamo di più e loro significato

password e signigicato
Photo Adobe Stock

Da questa analisi approfondita è emerso che il 90 % delle password era univoco, ovvero appariva nell’elenco solo una volta.

Altre costazioni importanti emerse sono le seguenti:

-per quanto riguarda i caratteri numerici

  • molto spesso (nel 64 % dei casi) la password era composta da sei caratteri: 123456.
  • meno spesso, ( nel 18 % dei casi) la password era composta da caratteri numerici un pò più sofisticati, per esempio: 123456789, 12345678 e 1234567 .
  • La password 654321 è stata utilizzata nel 6% dei casi.
  • Le password costituite dagli stessi numeri ripetuti rappresentavano il 19 % di tutto l’elenco divulgato. Tra queste sono emerse password costituite solo dal numero 1 (111111) e da zero (000000).
  • In media ogni password era composta da 8 caratteri, ma la maggiorparte delle password era composta da 6 a 9 caratteri.

-per quanto riguarda i caratteri alfanumerici

  • Il 42% delle password conteneva solo lettere minuscole dell’alfabeto
  • Il 30% delle password conteneva lettere maiuscole e minuscole e numeri
  • Solo il 6% delle password ha rispettato le raccomandazioni degli esperti nel campo della sicurezza informatica e ha utilizzato sia lettere che numeri, oltre a lettere speciali come % e &.
  • La password più lunga era composta da 30 lettere

Gli analisti hanno affermato che password rappresentate da nomi come: alejandra, alberto, tequiero o bonita sono state ripetute molte volte, il che secondo loro indicherebbe avessero una provenienza dalla cultura latinoamericana.

per quanto riguarda le password sensibili

Nel caso di password “sensibili”, ovvero tutte quelle password utilizzate per accedere alla posta elettronica, a Facebook o alla app della banca, la maggior parte delle persone si sforza di identificare password ad alto margine di sicurezza solo quando gli viene chiesto, come se si preoccupassero più di ricordare la password che di renderla sicura.

vengono preferite password che ricordano eventi importanti della vita, delle persone e dei luoghi.  Ci si preoccupa di ricordare e commemorare gli eventi più della sicurezza online.

La modifica delle password e il pieno di ricordi

La modifica della password avviene raramente anche se gli esperti consigliano di modificarla spesso. Si fa prima a cambiare partner, lavoro o indirizzo di residenza che la password.

Le password sono piene di ricordi, secondo il giornalista del New York Times, Ian Urbin, gli esperti le hanno così descritte:

“Le password sono piene di pathos, ironia, a volte anche poesia. La password rappresenta uno slogan motivante o una presa in giro del capo, una rievocazione di un amore perduto, una frase autoironica, o una frase spirituale ” 

Il giornalista ha raccontato che la maggior parte delle password sono souvenir specifici. Alcune sono ispirate ad alcuni passi della Bibbia o dall’oroscopo, da citazioni di canzoni o libri, dai nomi di parenti stretti o dal proprio pseudonimo.

“Come i tatuaggi su parti del corpo imbarazzanti “- dice il giornalista Urbin -” le password sono intime e significative “.

-password e date importanti

Altro elemento importante: le date. Le date sono sempre presenti. Non solo la data di nascita propria o di persone care, ma anche le date legate ad importanti eventi storici, qualcosa di importante da non dimenticare.

-password ed obiettivi

Da questo esame si è notato che molte persone utilizzano come password i propri obiettivi. I corridori professionisti oi nuotatori erano soliti utilizzare come password il tempo che si prefiggevano di ottenere in pista.

password 2018
Fonte: Istock

Mauricio Estrella, l’autore di uno degli articoli più letti sulla piattaforma giornalistica Medium, ha raccontato di come è riuscito a raggiungere l’obiettivo di buttarsi alle spalle  la depressione causata dal divorzio grazie ad una password. In un articolo intitolato “Come la password ha cambiato la mia vita”, ha raccontato che un giorno il servizio postale, come sempre avveniva a cadenza mensile, gli chiese di fornire una nuova password: una combinazione di lettere maiuscole e minuscole, caratteri speciali e numeri. Invece di scegliere una combinazione senza senso Estrella, scelse questa password:  Forgive @ h3r, che significa “perdonala”. Per un mese questo è diventato il suo mantra quotidiano.

“Ogni volta che scrivevo la password mi ricordavo che dovevo perdonarla” scrisse Estrella, nel suo articolo, e con questo piccolo espediente è riuscito a cambiare radicalmente il suo atteggiamento nei confronti della sua ex moglie. Da quel giorno ogni volta che gli viene richiesta una password lui immette un nuovo obiettivo da raggiungere o una sua nuova sfida.

Sapete come è riuscito a smettere di fumare? Grazie alla frase Quit @ smoking4ever, (smetti di fumare per sempre) e volete sapere come è riuscito a coronarte il suo sogno di partire per la Thailandia? Grazie alla password  Save4trip @ thailand.

Certo la scelta della password non è stata sempre infallibile. Come lui stesso racconta,  nonostante abbia ripetuto per un mese intero la password Eat2 @ day non è riuscito a limitarsi a due pasti al giorno, però ha raggiunto molti altri obiettivi. Ha iniziato ad andare a letto prima di mezzanotte (Sleep @ before12) e per due mesi non ha assunto alcol (No @ drinking2months). Successivamente ha ripreso l’abitudine di chiamare la madre ogni domenica (Facetime2mom @ sunday).

L’ultima password menzionata nell’articolo è stata Save4 @ ring. Il fatto che non abbia voluto risparmiare soldi per una vacanza ma per un anello di fidanzamento ha fatto capire che è riuscito anche a trovare un nuovo amore. Un mese e mezzo dopo aver scritto questo articolo lo commentò con questa frase: “Lei mi ha detto SI”.

matrimonio
7 errori da evitare se organizzi il matrimonio (Istock )

E fu così che una password cambiò radicalmente la sua vita. Ad ogni modo ricordate sempre di rispettare gli standard di sicurezza indicati dagli esperti e di cambiare spesso la password se volete evitare di incappare in qualche frode.

Da leggere