Zoo, in isolamento 5 pappagalli: “Dicevano troppe parolacce”

0
45

Come si fa a spiegare ad un pappagallo che non deve ripetere le parolacce? Per questo zoo sono state necessarie misure drastiche.

pappagallo zoo
Photo Adobe Stock

Uno strano fenomeno si è verificato presso uno zoo del Regno Unito, ogni pappagallo imparava parolacce dai compagni e le ripeteva. Questo fatto davvero incredibile  è accaduto nello zoo di Friskney, il Lincolnshire Wildlife Park.

I pappagalli monelli erano 5 e condividevano la stessa gabbia. Ognuno di loro aveva imparato alcune parolacce dai compagni e le ripeteva ad oltranza. Poco tempo dopo a forza di ripetere le parolacce dei compagni, ogni pappagallo aveva esteso il suo vocabolario di parolacce tanto che la situazione ha richiesto un intervento un pò drastico: i pappagalli sono stati divisi e messi in isolamento ma non finisce qui.

Pappagalli che ripetono parolacce, lo zoo in difficoltà

animali esotici, pappagallo cenerino
Photo Pixabay

I 5 dispettosi pappagalli sono dei cenerini, una razza di pappagallo che vanta un’intelligenza eguagliabile a quella di un bimbo di 3 anni. Immaginate la furbizia che quindi possiede un cenerino. Chi ha la fortuna di averne uno sa quanto siano sorprendenti eppure il personale dello zoo ha riferito di non essere mai stato così tanto sbalordidito da un pappagallo fino a quel fatidico giorno della scoperta.

Il direttore dello zoo ha raccontato tutto in un’intervista per l’Indipendent.

Praticamente i pappagalli non si conoscevano, appartenevano a strutture diverse ed erano stati messi nella stessa gabbia per affrontare insieme la quarantena imposta dalle misure di sicurezza per il Covid-19. A quarantena finita anche i pappagalli sono potuti uscire di nuovo ma quando il personale ha passato del tempo con loro si è seriamente preoccupato.

Ogni pappagallo conosce qualche parolaccia, i visitatori stesse gliele insegnano e il personale sapeva benissimo che i pappagalli erano un pò sboccati, ma non immaginavano  che avessere imparato quell’enorme numero di parolacce.

Steve Nichols il direttore dello zoo ha raccontato che in un primo momento la cosa era stata trovata divertente: i pappagalli si erano trasferiti la conoscenza delle parolacce e il personale non riusciva a smettere di ridere nel sentirli. Il problema è stato che più ridevano più il problema si amplificava: “Più dicono parolacce, più le persone intorno ridono più i pappagalli si sentono incitati a dire altre parolacce”, ha spiegato Nichols.

cenerino
Photo Pixabay

Alla fine quando il parco è stato riaperto ai visitatori,  hanno dovuto separare i pappagalli per evitare che offendessero eccessivamente i visitatori dato l’alto numero di imprecazioni, bestemmie e ogni altro tipo di parolaccia che usciva dalla gabbia dei 5 pappagalli.

“Non possiamo impedire ai pappagalli di dire oscenità ma almeno non lo faranno tutti insieme” – ha concluso il direttore.