Home Ricette Antipasti Frittelle di carote, patate e mortadella: cottura al forno

Frittelle di carote, patate e mortadella: cottura al forno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:19
CONDIVIDI

Croccanti e morbide, semplici e gustose: le frittelle di carote, patate e mortadella sono leggere perché cotte al forno. Quindi anche in dieta mangiatele senza problemi

Frittelle di carote, patate e mortadella adobestock

Con la scusa di farle mangiare anche ai bambini, in realtà le frittelle di carote, patate e mortadella diventeranno una buona abitudine quotidiana. Una ricetta semplicissima, che porterà via anche poco tempo. E l’impasto è anche ideale per essere congelato una volta pronto e tirato fuori all’occorrenza quando serve.

La stagione delle patate è sempre, quella delle carote in fondo quasi perché le troviamo facilmente al supermercato.

Ecco perché questo è un piatto furbo che ci salva quando siamo di fretta, quando arrivano ospiti all’improvviso ma anche quando abbiamo voglia di qualcosa di sano. La cottura è in forno, così anche la linea ci ringrazierà.

Frittelle di carote, patate e mortadella: come cucinarle e servirle

patate
Frittelle di carote, patate e mortadella

Ingredienti (per 4 persone):

350 g di patate
1 carota
1 cipollotto
50 g di mortadella
1 uovo
4-5 cucchiai di pangrattato
50 g di pecorino grattugiato
3 cucchiai di farina di mais precotta
3 cucchiai di semi di sesamo
olio extravergine d’oliva
sale
pepe

Preparazione:

Pulite la carota raschiando la buccia, poi tagliatela a cubetti. Sbucciate e tritate il cipollotto e poi  mettetelo a stufare in un padellino insieme alla carota con un filo di olio. Lasciate andare per 5-6 minuti e poi togliete dal fuoco.

Lessate le patate ancora con la buccia, poi quando sono cotte sbucciatele e schiacciatele in una ciotola. Quindi e unite le verdure stufate, la mortadella tritata, l’uovo, 3 cucchiai di pangrattato, il pecorino. Regolate di sale e pepe amalgamando tutto per avere un composto omogeneo.

Prendete un po’ di impasto e dategli una forma arrotondata e leggermente schiacciata, tipo medaglione andando avanti così con tutto l’impasto. Mescolate il pangrattato rimasto con la farina di mais e i semi di sesamo. Poi passate lì dentro i medaglioni dopo averli unti leggermente di olio senza esagerare,

Disponete i medaglioni su una teglia e cuoceteli in forno a 200° per 20-25  minuti fino a quando diventano dorati. Sfornateli e serviteli caldi, ma d’estate potete anche consumarli tiepidi oppure a temperatura ambiente.