Home Attualità Hamburger e patatine del Mc Donald’s intatti dopo 24 anni, video virale

Hamburger e patatine del Mc Donald’s intatti dopo 24 anni, video virale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:10
CONDIVIDI

Conserva hamburger e patatine del Mc Donald’s per 24 anni e restano intatti. Il video diventa virale su Tik Tok. Perché è accaduto e cosa contengono i prodotti del fast food più famoso al mondo. 

Conserva Hamburger e patatine del mc donald's per 24 anni video virale
Adobe Stock

Una donna ha deciso di conservare nel suo armadio un hamburger e delle patatine di Mc Donald’s per 24 anni. L’incredibile risultato è stato condiviso in un video su Tik Tok creando molto stupore e diventando virale in pochissimo tempo.

Scopriamo perché degli alimenti possono restare intatti per così tanti anni e cosa contengono secondo alcune ricerche i cibi proposti nel fast food più famoso al mondo.

Conserva un hamburger e delle patatine del Mc Donald’s dal 1996, l’incredibile risultato all’apertura della scatole diventa virale su Tik Tok

Un utente di Tik Tok, Aly.sherb, ha deciso di condividere pubblicamente qualcosa di davvero incredibile e inquietante. La protagonista del video diventato virale è sua nonna che mostra una scatola di scarpe, visibilmente vecchia, che al suo interno contiene un hamburger e delle patatine firmate Mc Donald’s e risalenti al 1996 ben 24 anni fa.

Sia il panino contenente un hamburger che il cartoccio di patatine si sono conservati praticamente intatti, un particolare che lascia pensare tutti coloro amano frequentare assiduamente questo fast food e mangiare i suoi prodotti, evidentemente molto gustosi ma qualitativamente, sono davvero indicati?

@aly.sherb

Make this go viral, y’all #grandparentsoftiktok #mcdonalds #fyp #decadechallenge #foryou #happymeal

♬ original sound – aly.sherb

Come si può vedere nel video che l’utente ha intitolato “cosa succede quando lasci un un hamburger di Mc Donald in una scatola per oltre 20 anni?” sia il pane, che l’hamburger di carne e le patatine sono rimasti gli stessi  senza marcire e deteriorarsi nel tempo come accadrebbe con qualsiasi pezzo di carne, pane o di ortaggi.

Perché un alimento si conserva intatto per oltre 20 anni

perché un alimento si conserva intatto per oltre 20 anni
Adobe Stock

Gli alimenti, nel caso specifico l’hamburger e le patatine del Mc Donald’s si conservano per oltre 20 anni senza andare incontro al normale deterioramento per la notevole quantità di conservanti e additivi contenuti al loro interno. Per questo sono molte le campagne di sensibilizzazione che tendono a mettere in evidenza come mangiare spesso questo tipo di cibo possa rivelarsi dannoso per l’organismo umano. Se pensiamo poi che i maggiori fruitori del Mc Donald’s come di altri fast food sono i bambini, la cosa diventa davvero allarmante.

Cosa contengono davvero gli alimenti serviti al Mc Donald’s

Cosa contengono gli alimenti del mc donald's
Pixabay

In un articolo pubblicato sul sito mondoallarovescia.com viene messo in evidenza come all’interno dei cibi serviti da Mc Donald’s e forse anche in altre catene di fast food nel mondo, siano presenti additivi nocivi. A pubblicare l’indagine sui principali additivi utilizzati da Mc Donald’s nei suoi prodotti,  l’Efsa ( European Food Security Authority) specificando anche i rischi per la salute ad essi correlati.

Ecco la lista dei principali additivi trovati nei prodotti di Mc Donald’s. Noi ovviamente non abbiamo mezzi e persone competenti che possano verificarne la veridicità, quindi ci limitiamo a riportare quanto detto da altri enti, e teniamo a specificare che le seguenti controindicazioni si possono verificare in caso di eccessivo consumo del prodotto:

“E414: gomma arabica. Si trova nelle salse e nei donuts di McDonald’s: può provocare riniti e asma.
E330/E331: acido citrico e citrato trisodico. Si trovano nel formaggio, nelle insalate, nei filetti di pollo, nei nuggets, nelle guarnizioni e negli sciroppi di McDonald’s: possono provocare macchie della pelle e disturbi renali.
E450/E452: polifosfati. Si trovano nel formaggio, nei nuggets, nei milkshakes e nei donuts di McDonald’s: pericolosi, rendono il prodotto morbido e succoso, conferendo l’aspetto untuoso. Provocano problemi digestivi ed occlusioni intestinali. Sottraggono calcio all’organismo e favoriscono il rachitismo. Da evitare per i bambini (ma perché non anche gli adulti…).
E322: lecitina. Si trova nel formaggio, negli sciroppi e nei donuts di McDonald’s: forti concentrazioni possono influire sull’assorbimento intestinale.
E211: sodio benzoato. Si trova nei sottaceti di McDonald’s: pericoloso, causa allergie ed è cancerogeno.
E338: acido ortofosforico. Si trova nello sciroppo di cioccolata di McDonald’s: pericoloso, provoca problemi digestivi. Sottrae calcio all’organismo e facilita il rachitismo.
E339/E341: fosfato di sodio e fosfato di calcio. Si trovano nelle salse, nei nuggets e nei pancakes di McDonald’s: pericolosi, provocano problemi digestivi, stessi effetti del E338.
E422: glicerolo. Si trova nelle salse di McDonald’s: pericoloso, provoca mal di testa, sete, nausea ed alta pressione.
E1422: amido di mais modificato. Si trova nelle salse e nelle guarnizioni di McDonald’s.
E307: tocoferolo. Si trova nel pollo di McDonald’s: in grandi quantità provoca macchie della pelle e disturbi renali.
E220: anidride solforosa. Si trova nel pollo di McDonald’s: pericolosa, provoca perdita di calcio e distrugge la vitamina.
E407: carragenine. Si trovano nel pollo, nelle creme di formaggio e nei gelati di McDonald’s: in forti dosi causa coliti ulceranti e cancro.
E150: caramello. Si trova negli sciroppi, nelle insalate e nei donuts di McDonald’s: colorante ottenuto trattando gli zuccheri con il calore e sostanze chimiche come acido solforico o ammoniaca.
E620: glutammato monosodico. Si trova negli hamburger e nei formaggi di McDonald’s: pericoloso, abbassa la soglia di eccitabilità dei neuroni e provoca reazioni nel sistema nervoso parasimpatico. È responsabile di allergie e del tipico mal di testa e senso di nausea che può manifestarsi dopo aver mangiato da McDonald’s”

Gli attivisti inglesi, dando inizio al processo Mc Libel (processo iniziato nel 1990 contro degli attivisti inglesi che distribuivano volantini informativi in cui dichiaravano che la compagnia distribuiva cibo insalubre e chiusosi nel 1997 a favore della Mc Donald’s) diffusero allora gli ingredienti dell’hamburger di carne da 80 grammi  del Mc Donald’s:

“46 grammi di carne bovina macinata, lingua, cuore, grasso, cartilagini, tendini, intestino; 10 grammi di carne recuperata meccanicamente dal resto della carcassa e poi tritata; 20 grammi di acqua; 2 grammi di sale e spezie; 1 grammo di glutammato monosodico (E620); 5 grammi di polifosfati, additivi e conservanti” 

Un Hamburger, del pane e delle patatine che si conservano per oltre 20 anni. Qualcosa che lascia pensare, soprattutto chi ama consumare cibo da fast food in modo abitudinario.

Fonte: mondoallarovescia.com