Home Attualità Coronavirus | La quarantena è finita: comincia la fuga da Wuhan

Coronavirus | La quarantena è finita: comincia la fuga da Wuhan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:04
CONDIVIDI

A Wuhan la quarantena è davvero finita: dopo un incubo durato due oltre due mesi gli abitanti della città si riversano nelle stazioni e nell’aeroporto.

wuhan quarantena finita
(Fonte: Instagram)

La quarantena di Wuhan è cominciata il 23 Gennaio scorso ed è stata caratterizzata fin da subito da misure estremamente severe che, però, hanno salvato la vita milioni di cittadini: circa undici milioni quelli che abitano nella sola area metropolitana di Wuhan.

La quarantena è finita alla mezzanotte tra il 7 e l’8 Aprile 2020: la scorsa notte sono stati rimossi i settantacinque posti di blocco che costituivano una vera e propria “cintura di sicurezza” intorno alla città.

La reazione dei cinesi era ampiamente prevedibile, e alla Cina dobbiamo guardare per capire quali sono i comportamenti che si potranno tenere (e quelli che assolutamente andranno evitati) non appena la quarantena terminerà anche in Italia.

Quarantena finita: fuga di massa da Wuhan

wuhan quarantena finita
(Fonte: Instagram)

Il primo gesto compiuto probabilmente da milioni e milioni di persone è stato quello di scendere in strada e percorrere i lunghissimi chilometri di asfalto che attraversano il capoluogo della regione di Hubei.

Chi ha potuto si è messo in automobile oppure si è diretto alla stazione all’aeroporto, che finalmente è stato riaperto dopo un’accuratissima disinfezione.

Chi non ha potuto farlo ha atteso la mattina per fare, finalmente, una lunga passeggiata insieme ai propri cari e a quegli amici che non si vedevano da troppo tempo.

Il dato impressionante, che emerge anche a un’esame sommario delle fotografie che stanno arrivando dalla Cina in queste ore, è che tutti indossano ancora la mascherina.

È chiaro, quindi, che il popolo cinese ha capito fin troppo bene la lezione del distanziamento sociale e delle protezioni che è necessario adottare per impedire lo scoppio di nuovi focolai. 

Nonostante gli abbracci (moltissimi quelli immortalati tra medici e infermieri negli ospedali), le limitazioni rimangono, ma sembrano assolutamente sopportabili dopo ben 76 giorni di quarantena continuativa.

Lo sblocco di Wuhan è stato deciso dal governo dopo oltre due settimane trascorse senza nuovi contagi da Coronavirus e dopo il primo giorno trascorso senza nuove morti causate dal Coronavirus in tutta la Cina.

Quest’ultima notizia è stata accolta con enorme entusiasmo dalla stampa internazionale, ma con molta cautela all’interno dei confini cinesi: come mai? Con ogni probabilità il governo ha imposto di mantenere massima cautela per non vanificare ben 10 settimane di sofferenza e di sforzi inauditi da parte della popolazione per contenere il contagio.

Per quanto riguarda la ripresa economica della Cina, molti cittadini di Wuhan sono tornati gradualmente al lavoro. Anche in questo caso le misure di controllo e precauzione sono state in parte mantenute e non verranno soppresse presto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 马来西亚星洲日报(sinchew) (@sinchewdaily) in data:

Da una settimana sono aperte le attività commerciali come supermercati e centri commerciali, negozi al dettaglio, ristoranti. Per far ripartire l’economia il governo Cinese, così come quello italiano, ricorrerà a fondi equivalenti a oltre 22 milioni di Dollari che verranno investiti in ben 79 progetti tesi al sostegno delle attività in difficoltà e dei cittadini che sono rimasti senza liquidità.

PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO: Aggiornamenti sulla situazione Coronavirus

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.