Coronavirus | Il mondo si ferma: stop a James Bond, Armani e Versace

0
23

Il Coronavirus sta imponendo uno stop a tutte le attività sociali del mondo. Le grandi aziende internazionali hanno deciso di rimandare o cancellare eventi attesissimi: è il caso dell’uscita dell’ultimo film di James Bond.

Coronavirus James Bond
Il Coronavirus sconfigge James Bond (Foto: Instagram)

Il titolo del prossimo film di James Bond è No Time To Die, cioè “Non c’è Tempo per Morire”. Se la situazione sanitaria mondiale non fosse drammatica, la coincidenza potrebbe sembrare interessante.

James Bond battuto dal Coronavirus

James Bond

Il prossimo film di James Bond avrebbe dovuto uscire il 3 Aprile 2020. A causa dell’aggravarsi della situazione sanitaria internazionale, la casa di produzione aveva deciso di posticipare l’uscita del film nelle zone interessate dal virus, cioè in Cina, Corea del Sud e Italia.

Con l’andar del tempo però è apparso chiaro che l’allarme non potrà rientrare nel giro di una manciata di settimane e, quindi, la MGM ha pubblicato un comunicato ufficiale sul profilo Twitter dedicato a James Bond la decisione di rimandare l’uscita del film in tutto il mondo fino alla fine dell’anno.

Quella della Metro Goldwyn Mayer è la prima decisione drastica ad essere presa all’interno del settore cinematografico internazionale, dimostrando che l’epidemia sta mettendo in ginocchio l’economia mondiale su diversi fronti.

Oltre a preoccuparsi della salute dei cittadini del mondo, la MGM deve aver valutato anche che rischiare il flop per una bassa affluenza sarebbe stata un vero e proprio disastro economico, soprattutto per una produzione così dispendiosa come quella per 007. Evitare il crollo economico, quindi, ha contribuito al “nuovo corso” della MGM tanto quanto le esigenze sanitarie mondiali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE => Tutto sul Coronavirus

Armani e Versace cancellano gli eventi: la paura è troppa

Giorgio Armani
Giorgio Armani (Foto: Instagram)

Sul fronte dell’industria della moda le cose non vanno meglio: Gucci, Prada, Chanel oltre ad Armani e Versace hanno comunicato l’intenzione di rimandare o annullare molti dei propri eventi.

Versace ha comunicato la decisione di annullare la sfilata di Maggio negli Stati Uniti. Le motivazioni indicate nel comunicato stampa sono nobili: “Versace è cosciente della necessità di dare priorità alla salute e alla sicurezza dei suoi ospiti e dei suoi impiegati”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 🦕🦖 (@elisa_off89) in data:

Armani aveva tentato una mediazione durante la sfilata di Milano Moda Donna: la maison aveva deciso di sfilare a porte chiuse, quindi senza pubblico e senza inviati della stampa, diffondendo il video della sfilata in streaming.

Purtroppo però misure simili, che a Milano sono state definite “esclusivamente precauzionali”, non potranno essere adottate in occasione della festa per la riapertura della boutique di Dubaiche la maison sperava di poter celebrare tra il 19 e il 20 Aprile. L’evento è stato rimandato all’Expo 2020.

Gucci ha stabilito invece di annullare la sfilata Cruise 2021 che era prevista a Maggio a San Francisco. Addirittura la maison si è riservata di scegliere la location dell’evento soltanto quando l’emergenza Coronavirus sarà passata e la situazione sanitaria sarà più chiara per tutti.

Stesso destino per la sfilata di Prada prevista a Maggio a Tokyo, saltata fino a data da destinarsi.

Rimangono attualmente confermate le sfilate di chanel a Capri, Dior Cruise a Lecce, Alberta Ferretti a Rimini e Max Mara a San Pietroburgo. Si tratta di eventi che avrebbero dovuto svolgersi a Maggio ma che, con ogni probabilità, subiranno delle grosse variazioni sia in termini di data che di location.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.