Home Bellezza Tutti i benefici dell’argilla bianca per pelle e capelli

Tutti i benefici dell’argilla bianca per pelle e capelli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:18
CONDIVIDI

Le virtù dell’argilla bianca sono numerose ed è una vera benedizione per la pelle, i capelli ma anche la salute in generale. Facciamo il punto sulle molteplici proprietà di questa polvere miracolosa con Ketty Orain-Ferella, naturopata.

argilla bianca pelle capelli
Photo iStock

Argilla bianca, argilla verde, argilla rossa, argilla rosa difficile fare una scelta tra le diverse preparazioni presenti nei negozi. Ogni argilla ha un’applicazione e virtù specifiche e non è quindi destinata alle stesse persone e agli stessi tipi di pelle. In questo articolo ci concentreremo su una delle più note: l’argilla bianca. Una polvere che a volte viene anche definita con un altro nome, caolino: “L’argilla bianca si ricava da una roccia molto ricca di silice che è stata ridotta a polvere superficiale. Si chiama anche caolino, in riferimento al villaggio cinese dove è stata scoperta ”, spiega la naturopata.

Ciò non significa che l’argilla bianca che acquistiamo provenga dalla Cina. Viene anche estratta in Italia. Vero rimedio ancestrale, è stata utilizzata fin dalla preistoria per le sue proprietà riparatrici, lenitive e purificanti. Una cura completamente naturale per i capelli e la pelle, ha molteplici vantaggi. La sua efficacia è dovuta alla sua composizione ricca di minerali come magnesio, zinco, calcio, selenio o silicio.

Quale argilla scegliere?

“Devovresti acquistare quella in polvere superfine, molto più economica dei preparati pronti e soprattutto più versatile”, afferma Ketty Orain-Ferella. L’ideale srebbe ovviamente sceglierla 100% naturale, organica e senza alcun colorante o trattamento chimico. Si trovano facilmente nei negozi biologici, in siti specializzati o anche su Amazon con ottime recensioni. Esistono anche tubi di pasta di argilla bianca pronti per l’uso per una maschera express, nei giorni in cui hai poco tempo o quando sei in viaggio, per esempio.

I benefici dell’argilla per la pelle: maschera, bagno, impacchi

Mentre l’argilla verde è molto efficace per la pelle “problematica” (pelle grassa, acne, impurità, punti neri, ecc.), L’argilla bianca è molto più versatile. “Si adatta per pelli da normali a sensibili perché ha un’azione leggermente esfoliante mentre ammorbidisce”, spiega la naturopata. L’argilla bianca mostrerà quindi tutto il suo potenziale sulla pelle delicata e soggetta a disagi,  renderà la pelle più luminosa e sana riducendo le imperfezioni, ma ha anche un effetto curativo e riparatore che la rende particolarmente interessante per le pelli molto secche o quelle che sono state soggette ad aggressioni. Può anche essere usata come impacco sulle ferite. Un’altra possibilità: il bagno di argilla bianca, perfetto per alleviare la pelle con tendenza atopica o affetta da eczema o psoriasi, un trattamento naturale al 100% che offre un vero sollievo e rende la pelle del corpo molto morbida.

Il consiglio del naturopata sull’uso dell’argilla bianca sul viso

“Per usare l’argilla bianca, bisogna mescolare prima una quantità sufficiente di acqua con la polvere fino ad ottenere una pasta viscosa. Quindi applicarla e farla agire come una maschera. Fare attenzione a non lasciarla asciugare eccessivamente. Non appena si asciuga, rimuovila o bagnala nuovamente vaporizzando acqua”

Argilla bianca, alleata del cuoio capelluto irritato

“L’effetto è particolarmente interessante per i cuoio capelluto pruriginoso e irritato”, spiega la naturopata. Quest’ultima specifica che può quindi essere utilizzato in due modi:

  • In shampoo a secco

Basta applicare un pò di polvere sul cuoio capelluto, distribuirla, strofinarla delicatamente e rimuovere tutto passando la mano tra i capelli a testa in giù. La polvere assorbirà il sebo in eccesso e consentirà di distanziare lo shampoo.

  • In maschera

Una piccola quantità di acqua viene miscelata con la polvere di argilla in quantità sufficiente per ottenere una pasta di consistenza “morbida”. Applicare sui capelli asciutti su tutto il cuoio capelluto e sulle radici. Possiamo usare un pennello come quello che prendiamo per applicare la tinta in modo che la miscela sia applicata in modo uniforme. Ketty Orain-Ferella dà anche un piccolo suggerimento: “Possiamo aggiungere l’equivalente di un bellissimo cucchiaio di gel di aloe vera per massimizzare l’effetto lenitivo e idratante. Per il cuoio capelluto molto pruriginoso, puoi persino aggiungere un cucchiaino di olio di germe di grano ”.
Per la pelle questo olio è molto interessante: lenitivo, riparatore, ricco di antiossidanti, anti-invecchiamento.

il composto va lascito agire ma sebza consentire all’argilla di asciugarsi sul cuoio capelluto. Dopo 15 minuti, se senti che tira o che si asciuga, devi riumidificare. Quindi risciacquare e procedere con lo shampoo.

Ricette di bellezza: i nostri consigli per aggiungere argilla bianca ai tuoi preparati

Oltre alle maschere e agli shampoo, l’argilla caolinite bianca può essere facilmente aggiunta alle tue preparazioni per la cura “fatta in casa” come deodorante, crema, sapone e persino trucco. Il vantaggio dell’argilla bianca è che può essere miscelata senza problemi con altri ingredienti come polveri minerali, acqua ovviamente ma anche olii essenziali, idrosol e ingredienti cosmetici attivi. Diventerà un elemento essenziale nel tuo bagno e un partner di prima scelta nel percorso al 100% naturale! Corpo, capelli, viso, è buona per tutto.

Un prodotto benefico per la salute

L’argilla bianca non è solo un prodotto di bellezza. Trova anche il suo riconoscimento nell’armadietto dei medicinali ed è particolarmente efficace nel calmare alcuni disturbi. “Lo consiglio al 2000% per tutti coloro che soffrono di bruciore di stomaco, gastrite, reflusso, acidità. Fa miracoli per lenire la mucosa gastrica infiammata, spiega la naturopata prima di continuare. Ha persino un effetto benefico sull’intera mucosa digestiva, dalle mucose della bocca all’ intestino infiammato ”. Dimentichiamo in questo caso le maschere e altri impacchi, è necessario consumare l’argilla bianca internamente secondo un protocollo molto preciso che dettaglia lo specialista:

Il giorno prima incorpora l’equivalente di un cucchiaino colmo di argilla in un bicchiere d’acqua (non usare un cucchiaio di metallo poiché ciò influisce sulle proprietà dell’argilla. Prendi un cucchiaio di legno o di plastica ). Mescolare. Lasciate riposare tutta la notte.
Al mattino al risveglio, a digiuno bere l’acqua di argilla = l’acqua che è sopra senza inghiottire il deposito di argilla sul fondo del bicchiere (quindi gettare questo deposito, non è riutilizzabile). Questo va fatto per 3 giorni

Un altro possibile uso è applicare l’argilla caolinite bianca sui glutei irritati dei bambini, mettendo la polvere direttamente sulle parti che devono guarire, come si farebbe con il talco.

“L’argilla è davvero una cura per quasi tutto!Qualunque sia il problema, non puoi sbagliare con l’argilla! ” afferma entusiasta la specialista.

Uso di argilla bianca: attenzione alle controindicazioni

Non vi è alcuna controindicazione all’uso dell’argilla come trattamento cosmetico. È delicata sulla pelle più sensibile e sui capelli indeboliti. Prestare attenzione, tuttavia, al suo uso interno (acqua di argilla). La naturopata raccomanda di non usarla per lunghi periodi, ma anche di essere vigili se si assumono medicinali: “L’argilla ha un potere assorbente molto elevato, quindi è necessario distanziare l’assunzione di medicine di 2 ore altrimenti l’effetto sarà invalidato da argilla. “
Le persone con ipertensione e donne in gravidanza dovrebbero evitare di usare l’argilla internamente.

Argilla verde, rossa e rosa: quali sono i loro benefici?

Argilla | cosa è e come utilizzarla per purificare la pelle
Fonte foto: Istock

Ogni argilla ha le sue proprietà ma possono essere usate senza rischi. Dopo il caolino, ecco una panoramica sulle altre argille.

Argilla verde: purificante, antinfiammatoria, riequilibrante, l’argilla verde è l’alleata di pelli grasse, è perfetta per combattere le imperfezioni e purificare la pelle grazie alla sua concentrazione di silice, alluminio e calce.
Argilla rossa: composta di illite, l’argilla rossa è anche ricca di ossido di ferro e oligoelementi. Dona luminosità alla carnagione ed è perfetta per ridurre il rossore.
Argilla rosa: non esiste nel suo stato naturale ma è una miscela di argilla bianca e argilla rossa. Viene usata per lenire la pelle secca e purificare la pelle fragile. Può anche essere usata per fare saponi, ammorbidisce l’epidermide.

Grazie a Ketty-Orain Ferella, naturopata, per i suoi preziosi consigli
Il suo sito: www.adastra-naturopathie.fr