Home Curiosita Salute alimentare | Cosa succede se mangi le patatine fritte surgelate

Salute alimentare | Cosa succede se mangi le patatine fritte surgelate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:32
CONDIVIDI

Mangiare le patatine fritte surgelate fa male. Ecco il perché e quali alternative scegliere.

Patatine fritte – Fonte: Thinkstock

Le patatine fritte sono senza alcun dubbio tra i cibi più amati di sempre. Croccanti e saporite, sono in grado di mettere d’accordo grandi e piccini dando una carica di buon umore a chiunque le mangi.
Purtroppo, come capita spesso per molti alimenti gustosi, pare che le patatine fritte che si comprano normalmente al supermercato siano potenzialmente dannose per il nostro organismo.

A dirla tutta a far male non sono le patate in se, quanto il metodo di preparazione delle patatine surgelate in busta, quelle cioè che si acquistano abitualmente per poi friggerle a casa o che si possono consumare comunemente al ristorante o in pizzeria.

Perché le patatine fritte surgelate fanno male

Secondo uno studio scientifico condotto dall’American Chemical Society, di cui ci limitiamo a riportare lo studio, non avendo mezzi per poterlo verificare, i prodotti a base di carboidrati che vengono venduti pre fritti e pronti da cuocere in casa sono potenzialmente dannosi per la nostra salute.
Sembra infatti che le sostanze chimiche che si sviluppano a causa della cottura che viene fatta prima di congelarli, siano cancerogene.

Nel caso delle patatine fritte, ad esempio, gli amidi si trasformano facilmente diventando cancerogeni e questo per via della doppia cottura alla quale vengono sottoposte le patatine. La prima per renderle croccanti all’esterno e prima di imbustarle e la seconda quando vengono cucinate in casa.

Leggi anche -> Salute alimentare: i dieci alimenti da non tenere mai in frigorifero

patata
Patata che ride – Fonte: Pixabay

A temperature elevate come quelle date dalle fritture, si sviluppano infatti diverse sostanze tra le quali spicca l’acrilamide, ritenuta tossica e persino cancerogena.
Bisogna quindi dire addio alle patatine fritte? La risposta, per fortuna, è no. Quello che andrebbe evitato è il consumo di patatine pre fritte e surgelate.

La soluzione ideale? Comprare delle buone patate, tagliarle e friggerle in casa avendo cura di usare un olio con un punto alto di fumo. Forse ci sarà qualche passaggio in più ma di sicuro si avrà la certezza di mangiare più sano e di non correre rischi per la propria salute.
Delle patate ottime da usare per la frittura sono quelle a pasta gialla.

Attenzione, però, perché mangiarne troppo resta sempre dannoso. Ogni tanto un piattino va bene ma è meglio evitare di farne delle scorpacciate in quanto sempre a causa della frittura, gli amidi vengono rapidamente trasformati in zuccheri potenzialmente dannosi.

Leggi anche -> Cibi scaduti: ecco quali si possono mangiare anche dopo la scadenza

Lo zucchero è infatti da sempre sotto il mirino della sanità. Basti pensare a come si comporta l’organismo quando si smette di mangiare lo zucchero o i prodotti che lo contengono.
Insomma, anche per le patatine fritte è importante usare la moderazione, concedersele di tanto in tanto e in porzioni non troppo grandi.

patatine fritte
Patatine fritte – Fonte: Pixabay