Home Salute e Benessere Rosmarino | proprietà benefici, usi e controindicazioni

Rosmarino | proprietà benefici, usi e controindicazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:00
CONDIVIDI

Il rosmarino è un’erba aromatica, utilizzata non solo in cucina, ma anche per la preparazione di infusi. Scopriamo le proprietà e gli usi.

Rosmarino Rosmarino (Getty Images)

 

Il rosmarino è un’erba aromatica conosciuto come Rosmarinus officinalis, è un arbusto che appartiene alla  famiglia delle Lamiaceae. Cresce spontaneamente, lunga la costa del Mediterraneo, ed ha un’altezza di circa 200 cm di altezza.

Il colore dell’arbusto è colore chiaro, le foglie sono lunghe massimo 3 cm e sono opposte, di forma lanceolare, di colore verde scuro lucido. Presenta dei fiori molto piccoli, raccolti a grappolo, il colore vira tra l’ azzurro e il viola con sfumature di lilla. Il periodo di fioritura va tra fra marzo ed ottobre. Viene utilizzate nelle cucine e per le preparazioni erboristiche, solo le foglie, i fiori ed i rametti giovani.

E’ una pianta largamente utilizzata, anche in passato, soprattutto nel periodo medievale, per la costruzione di amuleti magici per scacciare i demoni, per la preparazione dei pettini contro la calvizie e per allontanare le tarme.

Poi con gli anni il rosmarino veniva bruciato, ed utilizzato per purificare le stanze dei malati di peste e per alleviare i mal di testa.

Scopriamo le proprietà del rosmarino, i benefici e le controindicazioni.

Rosmarino: proprietà e benefici

Antispastico Fonte:Istock Photos

Il rosmarino possiede un profumo molto intenso, e non è una semplice pianta aromatica, in quanto ha innumerevoli benefici.

Il rosmarino contiene:

  • Acido rosmarinico
  • Flavonoidi
  • Tannini
  • Canfene
  • Borneolo
  • Diterpeni
  • Triterpeni
  • Eucaliptolo
  • Conforene
  • Limonene
  • Acidi fenolici
  • Vitamina C
  • Acido carnosico

Esplica diverse proprietà utili al nostro organismo, ecco quali:

  • Antiossidante: questa erba aromatica, va a rallentare l’ossidazione delle cellule, così da contrastare la diffusione dei radicali liberi. Questo è possibile, perchè il rosmarino contiene flavonoidi.
  • Antidepressivo: sarebbe un aiuto valido per chi è debilitato, che soffre di depressione e risente dello stress è utile anche per sopperire ai cali di pressione.
  • Protegge il fegato: il rosmarino protegge il fegato e lo aiuta a svolgere le sue regolari  funzioni.
  • Abbassare i livelli di glucosio nel sangue:  quindi va a migliorare la prevenzione e la gestione del diabete di tipo 2. Questo accade grazie agli antiossidanti presenti nel rosmarino, in particolare in alcune varietà coltivate in serra.
  • Antispastico: utile per chi soffre di dolori addominali, spasmi, gonfiori ed il meteorismo grazie all’effetto del borneolo.
  • Antisettico: l’olio di rosmarino,  viene utilizzato per combattere gli attacchi dei batteri e debellare i sintomi dell’influenza come la tosse, il raffreddore e la febbre.
  • Astringente: grazie ai tannini in esso contenuti, attenua la diarrea e aiuta  a regolare il flusso mestruale.
  • Digestivo: la pianta ha ottime qualità carminative e digestive, indicato per le persone che soffrono di reflusso gastroesofageo, e hanno problemi digestivi.
  • Stimolante: il rosmarino, secondo degli studi, aiuta a stimolare la diuresi, l’appetito e dona vitalità al fisico debole.
  • Antiparassitario: questa pianta viene usata per combattere la proliferazione dei parassiti intestinali.
  • Antinfiammatorio ed antidolorifico: il rosmarino è un alleato prezioso contro il mal di testa, contro i dolori reumatici, del nervo sciatico e delle contusioni.
  • Cura i capelli e la pelle:  il rosmarino, viene molto utilizzato per la cura di pelle e capelli, perchè riesce a  normalizzare la produzione di sebo. In questo modo si purifica la cute e la pelle del viso, aiuta a combattere la forfora e brufoli e a prevenire la caduta dei capelli.

Rimedi naturali 

Abbassa il livello di colesterolo nel sangue

 

Il rosmarino viene utilizzato per la preparazione di infusi per diversi motivi:

  • Abbassare il livello di colesterolo
  • Combattere il mal di denti
  • Depurare il fegato
  • Favorire la diuresi
  • Fare bagni ricostituenti
  • Combattere i dolori addominali
  • Antidiarroico
  • Combattere la caduta dei capelli
  • Regolarizzare la pressione

Mentre l’olio essenziale al rosmarino, è utile per:

  • lenire il mal di testa
  • lenire i dolori articolari
  • debellare parassiti
  • ritrovare l’energia
  • combattere la depressione

L’olio essenziale di rosmarino si acquista in erboristeria, non si utilizza così, ma va diluito  con un olio base, come l’olio extra vergine di oliva.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

L’olio si applicare per fare i massaggi nei punti doloranti, ma anche per combattere la cellulite, se amate l’aromaterapia, questo olio è perfetto.

 

Come si utilizza

Il rosmarino si può utilizzare per la preparazione di infusi, oleolito o si prepara la tintura madre.

Preparazione dell’infuso:

  • fate bollire un litro d’acqua e spegnete
  • versate 20 grammi di foglie essiccate
  • lasciate riposare per 10 minuti
  • filtrare e bevete.

Questo infuso può essere impiegato come:

  • collutorio
  • per i bagni caldi
  • per la preparazione degli impacchi e delle maschere nei capelli
  • come tonico per il viso

L’oleolito viene utilizzato per la preparazione di maschere rinforzanti per i capelli, si procede in queto modo:

  • 200 g di foglie di rosmarino: devono essere secche, così l’olio si mantiene di più;
  • 400 g di olio
  • lasciate macerare per una quarantina di giorni, agitando spesso il barattolo.

 

 

Natale che donna

 

 

Utilizzato l’oleolito in poco tempo, perchè il rosmarino è fresco, quindi l’acqua in esso contenuto, potrebbe irrancidire l’olio, quindi va utilizzato nel più breve tempo possibile.

Nel caso della tintura madre di rosmarino, procedete così:

  • 20 g di foglie per 100 g di alcool a 60°
  • lasciate riposare per circa 5 giorni

Per la posologia seguite il consiglio dell’erborista.

Avete mai provato il liquore al rosmarino? Si fa in poco tempo e con ingredienti semplici, ecco come:

  • 300 ml di alcol a 95°
  • 100 g di foglie di rosmarino fresche:che devono essere ben lavate
  • 400 ml di acqua
  • 300 g di zucchero
  • cannella
  • la buccia di un limone bio.

Preparazione 

In un vasetto di vetro sterilizzato, mettete la buccia di limone, il rosmarino e la cannella, poi aggiungete l’alcol e lasciate macerare per 48 ore. Trascorso il tempo, fate bollire l’acqua, poi aggiungete lo zucchero, mescolate bene, continuate l’ebollizione per circa cinque minuti poi lasciate raffreddare. Aggiungete questo sciroppo al contenuto del vaso di vetro, mescolate bene e poi filtrate il liquore.

Lasciatelo riposare in dispensa alcune settimane e poi servite.

Controindicazioni 

gravidanza Gravidanza (Fonte: Istock)

L’olio di rosmarino non si deve mai utilizzare puro, in quanto si devono evitare irritazioni  e si può utilizzare solo per periodi brevi, chiede sempre consiglio al vostro medico.

Il rosmarino se viene utilizzato in dosi elevate può risultare molto tossici, non possono assumerlo:

  • bambini
  • donne in gravidanza
  • soggetti affetti da epilessia.

Il  sovradosaggio può causare diversi effetti collaterali, ecco alcuni

  • convulsioni
  • irritazioni
  • vomito
  • difficoltà respiratorie
  • disturbi gastrointestinali

Ricordate che tutti i rimedi naturali vanno assunti nella posologia indicata dallo specialista, non dovete mai eccedere nelle quantità e non sono mai dei sostituti dei medicinali.

erbe aromatiche: il rosmarino (Istock Photos)