Home Cultura Il teatro-ragazzi indaga il genere | informare i giovani

Il teatro-ragazzi indaga il genere | informare i giovani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:22
CONDIVIDI

Vi immaginate un palcoscenico che diventa uno spazio di discussione? Uno stimolo a cogliere prospettive a volte scomode? Il teatro per i ragazzi indaga il genere

Il teatro è un’esperienza irrinunciabile nella vita di ciascun essere umano. Grazie all’azione teatrale, gli spettatori, i ragazzi, vengono stimolati ad esprimersi liberamente seguendo di volta in volta proposte e spunti diversi. Il teatro può mettere in luce argomenti come l’identità di genere in modo leggero, metaforico, può mettere in moto una direzione che crea delle domande e non necessariamente delle chiavi di lettura pre-determinate. Il teatro per i ragazzi indaga l’identità di genere.

Un’apertura alla diversità: il teatro per i giovani esplora il genere

Alla fine degli anni Sessanta, si rompe finalmente la routine del un teatro di repertorio e di regia, un teatro di interpretazione-rappresentazione-esecuzione proveniente da ormai consolidati modelli letterari. Inizia a diffondersi una forma di teatro popolare che vede come spettatori i più piccoli. Nella stagione anni sessanta/settanta, il teatro-ragazzi trova alleati in una parte del corpo insegnante e in alcuni quartieri, allora costituiti in Italia, a Torino, da comitati spontanei di cittadini. Grazie all’animazione teatrale si fa denso il rapporto fra scuola e teatro che da la possibilità di una profonda conoscenza del mondo infantile. Fare teatro significa di fatto incontrarsi, condividere e costruire insieme. Il teatro è un momento di identificazione sociale per eccellenza. Frequentare, coinvolgere, educare i bambini è faticoso, bisogna mettersi al loro livello, abbassarsi, inclinarsi, curvarsi, farsi piccoli. Ma non è questo che più stanca, quanto piuttosto il fatto di essere obbligati a innalzarsi fino all’altezza dei loro sentimenti. Tirarsi, allungarsi, alzarsi sulla punta dei piedi per non ferirli.

I Gender Studies, l’identità di genere

Ci troviamo di fronte ad una materia piuttosto rischiosa che riguarda tutte quelle persone che, nell’arco della loro vita, si avvicinano gradualmente a caratteri sessuali che non corrispondono ai loro primari: il gender. In ogni cultura queste persone esistono da sempre, le chiamiamo appunto varianti di genere e non devianti. Proviamo a dare importanza allo sviluppo del concetto di genere e della conoscenza del ruolo sessuale nel bambino. Gli studi di genere (gender studies) hanno l’obiettivo di identificare e eliminare le discriminazioni che subiscono donne (e uomini), omosessuali e transessuali in base al proprio sesso, orientamento sessuale o alla propria identità di genere. L’identità di genere è quello che io sento di sento di essere, l’orientamento sessuale è quello che mi piace. Sono due cose distinte e separate che purtroppo ancora oggi si tende erroneamente ad unificare. L’identità di genere attualmente è spesso e purtroppo argomento messo a tacere.

Il ruolo dei genitori

Lo schema di genere si sviluppa nell’infanzia: fin dai 2-3 anni di vita, bambini e bambine si comportano secondo quanto ci si aspetta dal genere di appartenenza per imitazione dei comportamenti dei genitori e per il desiderio di adeguarsi al gruppo dei pari. I genitori incidono significativamente sui modi di intendere e interpretare la femminilità e la maschilità. Se i genitori e il contesto in cui vivono sarà accogliente e aperto, la crescita dei ragazzi proseguirà spontaneamente portando con sé scelte che consentiranno armonia con loro stessi e con l’ambiente in cui vivono. Il teatro-ragazzi riesce in questo senso ad avvicinarsi a quel genere di realtà che in molti si rifiutano di capireIl consiglio è: cari genitori portate i bambini a teatro

Il teatro per i ragazzi indaga il genere

morta valeria valeri video news

Portare i vostri figli a teatro e lasciarli liberi di esprimersi. Questo è quello che il teatro può: sensibilizzare, aprire le menti, far si che i ragazzi riescano a conoscersi, capirsi, accettarsi. Molti spettacoli teatrali per ragazzi indagano cosa significa affrontare un passaggio, anche solo mentale, dal femminile al maschile, in una contestualità come la nostra. Teatro ragazzi e sessualità: il tema dell’identità di genere a teatro supera degli ostacoli insormontabili, il teatro per i ragazzi indaga l’identità di genere e, seppur in forma velata e incolpevole, riesce a manifestarla. Lo spettatore bambino/ragazzo dovrà abituarsi ad una società che è all’insegna del cambiamento, lo stesso cambiamento che prevede la distruzione di tutti quei valori e ideologie precedenti. Oggi è necessario aprirsi alla conoscenza e all’intelligenza nel considerare la diversità parte integrante della vita. Questo, assieme ai valori della libertà, dell’amore per sé, per gli altri e per la natura. Praticare il rispetto per ciò che ognuno è nella convivenza civile. Il teatro può fungere da mezzo divulgativo e contrastare il dilagarsi di tanti, troppi limiti. 

Ribadiamo dunque che il teatro è un’esperienza irrinunciabile nella vita di ciascun essere umano

Lo spazio teatrale, punto di congiunzione, talvolta di rischiaramento, farà sì che qualcuno finalmente si accorga che la realtà prevede altresì la diversità.

di Denis Carito

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi sempre essere aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI