Home Personaggi Uomini Chef Rubio chi è: età, altezza, carriera, vita privata e Instagram

Chef Rubio chi è: età, altezza, carriera, vita privata e Instagram

CONDIVIDI

Gabriele Rubini chi è? Tutto quello che c’è da sapere tra età, carriera e vita privata

Gabriele Rubini Chef Rubio

Gabriele Rubini è uno chef di 36 anni. Lui è nato il 9 giugno 1983 a Frascati (Roma) sotto il segno del Cancro, è alto 190 centimetri e pesa circa 100 kg. È figlio di due avvocati ed ha un fratello che si chiama Giulio e fa il rugbista.  A 10 anni comincia a giocare a rugby su consiglio del medico per via di una scoliosi.

Dopo aver conseguito il diploma nell’istituto l’ALMA, scuola di cucina di Gualtiero Marchesi, decide di proseguire gli studi, infatti si iscrive all’Università presso la Facoltà di Giurisprudenza. Il suo obbiettivo era quello di seguire le orme dei suoi genitori tuttavia non si è mai presentato a un esame.

Il suo nome d’arte è Chef Rubio e lui stesso si definisce una persona eclettica, sognatrice e taciturna, ama viaggiare e ha una passione per la fotografia. Ha vissuto per molti anni in Nuova Zelanda, ma oggi risiede a Frascati.

Nome: Gabriele Rubini
Nome d’arte: Chef Rubio
Età: 36 anni
Data di nascita: 9 giugno 1983
Luogo di nascita: Frascati
Segno zodiacale: Cancro
Titolo di studio: Diploma
Professione: Chef
Altezza: 190 cm
Peso: 100 kg
Account social:  Instagram Facebook Twitter
Sito Web: www.chefrubio.it

Gabriele Rubini: Instagram

Gabriele Rubini Chef Rubio

Chef Rubio è molto attivo sui social. Su Instagram è seguito da più di 718mila di persone e conta circa 9mila post. Sul suo account è solito condividere selfie, foto insieme ad amici e colleghi di lavato. Sono presenti anche scatti che riguardano la sua carriera, la sua passione per la cucina e per i viaggi. Se volete seguirlo trovate il suo profilo qui.

Lo chef è molto attivo anche su Facebook dove è seguito da 789mila persone ed è solito condividere foto che riguardano principalmente il suo lavoro ma anche scatti della sua vita quotidiana e articoli che lo riguardano, trovate il suo profilo qui. Mentre su Twitter ha 180mila followers e oltre 4mila tweet. È solito ritwittare foto e video di vario genere, il suo profilo ufficiale è questo qui. Rubio ha anche un sito: www.chefrubio.it

Gabriele Rubini: vita privata

Gabriele Rubini Chef Rubio

Per quanto riguarda la sua vita privata sappiamo che è single, anche se nulla è certo. Lo chef non ha mai avuto una relazione duratura e ha sempre dichiarato che il matrimonio non fa per lui.

Infatti in un’intervista per Spy ha affermato: Non ho una propensione a vedere il mio lato sentimentale per forza associato ad una relazione fisica. Da ragazzino, pure perché non c’avevamo donne, ero molto platonico. Diciamo che sono un esperto mondiale di amore platonico, poi andando avanti ho compreso di voler essere capito e questo non è facile. Al momento comunque mi basto da solo, mi nutro sentimentalmente della passione per la cucina e sto a posto così. Poi se c’è qualcuna che durante il cammino riesce a rapirmi, sono felice.” Vorrebbe comunque avere dei figli.

Gabriele Rubini: carriera

Gabriele Rubini Chef Rubio

Gabriele Rubini all’età di 10 anni inizia a giocare a rugby seguendo consiglio del medico per via di una scoliosi. Con il tempo si appassiona a questo sport tanto da diventare un professionista. Infatti a 19 anni inizia a giocare in serie A e due anni si trasferisce in Nuova Zelanda per giocare in una squadra della capitale.

Mentre si trova lì, inizia a lavorare in un ristorante italiano e questo gli fa scoprire la sua passione per la cucina. Infatti successivamente torna in Italia per frequentare una scuola per cuochi. Contemporaneamente porta avanti la sua carriera sportiva che però si vede costretto ad abbandonare nel 2011 a causa di un infortunio al legamento crociato.

Dopo il ritiro dal rugby decide di andare in Canada con lo scopo di imparare tutti i segreti più profondi del settore food. Fin quando non decide di tornare in Italia, stabilendosi definitivamente a Roma.

Solo allora inizia la sua carriera televisiva su DMAX, che lo sceglie per la conduzione del programma Unti e Bisunti, un format di 3 edizioni dove in ogni episodio lo chef sfida un cuoco della strada a colpi di piatti e leccornie. Sempre legati alla serie vengono pubblicati due libri di ricette e viene prodotto un film. Il film, dal titolo Unto e Bisunto – La vera storia di Chef Rubio.

Nel 2014 conduce il Re della griglia, partecipa a Il cacciatore di tifosi e diventa protagonista del fumetto intitolato Chef Rubio: Foodfighter prodotto da Starcomics. Due anni più tardi lo vediamo insieme a Costantino della Gherardesca in una puntata speciale del programma Il ricco e il povero.

Nel 2018 conduce un nuovo programma sempre su DMAX, Camionisti in trattoria, che gli fa ottenere molto successo. Si tratta di un format che prevede un viaggio in tir per scoprire le migliori trattorie dove mangiare bene senza spendere troppo.

Gli fu anche proposto di lavorare alla fiction di Rai Due Rocco Schiavone, ma rifiutò: “Ne avevo discusso con il regista Michele Soavi, che ringrazio per la stima. Ma non mi sentivo preparato per affrontare un provino. E ho fatto bene perché Marco Giallini è perfetto per quel ruolo.”

Chef Rubio è anche impegnato nel sociale. Per esempio nel 2017 lancia la campagna del Pasto Sospeso insieme a Erri De Luca e all’associazione Baobab Experience, con lo scopo di fornire sostentamento ai migranti. Inoltre è ambasciatore di Amnesty International.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI